fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

L’attaccante argentino, intervenuto ai nostri microfoni, ha spiegato in che modo la formazione di mister Laterza sta preparando la sfida con i molossi. Finora già 5 gol per lui in questo campionato e non sembra intenzionato a fermarsi

di Maria Esposito

Alla sua seconda trasferta consecutiva in terra campana, l’US Città di Fasano fa capolino a Nocera. Matura del calcio dilettantistico, la squadra di Laterza, all’undicesima giornata, deve cimentarsi fuori dalle mura amiche con una Nocerina in grande rispolvero, reduce dalla vittoria contro i corregionali del Gladiator.

Sulla carta tra i due club c’è una differenza di sei punti in classifica. I pugliesi hanno raccolto due vittorie in più rispetto ai molossi. Una formazione ostica quella dei bianco-azzurri che ha dimostrato di essere una delle squadre più in forma di questo inizio di campionato, efficace in zona gol e solida in difesa. Limite? Non ha mai vinto contro le formazioni campane, raccogliendo solo un punto contro l’Agropoli. Questo può essere un vantaggio per i molossi del neotecnico Esposito, che dovrà riconfermarsi dinanzi ai propri tifosi. I rossoneri dovranno fare a meno dello squalificato Campanella, da valutare le condizioni di Carrafiello, Messina e Stellato che durante la settimana hanno svolto lavoro differenziato. Nessuna tegola invece per mister Laterza che dovrà riconfermare in attacco la coppia Cavaliere-Diaz. Diaz Augusto Josè è un attaccante italo argentino classe 1992, cresciuto nel settore giovanile del Bordeaux. Successivamente ha vestito le maglie del Belgrano in Argentina, del Langon e del Bergerac Perigord in Francia. In Italia invece ha calcato i campi di Serie D con la maglia del Cuneo (centrando la promozione in Serie C,) della Palmese e della Reggiomediterranea (Eccellenza calabrese) lo scorso anno. diaz4La punta sudamericana si adatta molto bene sia nel 4-4-2 che nel 4-3-2-1, fa della versatilità e della fisicità la sua arma vincente. Calciatore ambidestro, a segno più volte sui calci piazzati con movimenti aerei sfruttando i suoi 190 centimetri. Ha all’attivo cinque reti con la casacca del Fasano, decisivo in tre gare. Diaz domani sarà la spina nel fianco della difesa molossa, per l’occasione è intervenuto ai microfoni del Risorgimento Nocerino.
-Fasano una rivelazione di questo campionato, terzo posto a -3 dalla vetta, quali i vostri obiettivi?
«Il nostro obiettivo è fare più punti possibili, è vero che siamo a tre punti dalla capolista, ma la priorità nostra resta la salvezza. È stata la prima cosa che la società ci ha detto già in ritiro precampionato. Adesso stiamo facendo abbastanza bene, vogliamo continuare su questa strada lavorando giorno dopo giorno, impegnandoci al massimo».
-Come state preparando la partita contro la Nocerina?
«Abbiamo preparato questa partita abbastanza bene, sappiamo che la Nocerina è una squadra agguerrita che vorrà fare punti soprattutto in casa, noi daremo il massimo per portare i tre punti a casa. Sarà difficile ma faremo il possibile»
diaz2-Con le squadre pugliesi avete fatto delle prestazioni eccezionali, vittoria contro Foggia, Bitonto, Altamura e Nardo. Con le campane invece non avete mai vinto (perso con Gelbison, Sorrento e Gladiator), solo un punto contro l’Agropoli. Come spieghi questo?
«Non so se c’è qualcosa in particolare che non ci fa vincere contro le squadre campane. Per me non c’è differenza, in questo campionato tutti possono vincere contro tutti sia in casa che fuori casa. È vero non abbiamo mai vinto contro le campane ma cercheremo di farlo domani. Al San Francesco faremo la nostra partita, l’importante è restare tranquilli».
-Sei stato decisivo in tre partite, 5 le tue reti, cosa ha Diaz che può impensierire la difesa avversaria?
«Io faccio il mio lavoro, cerco di dare il mio contributo per fare risultato, se faccio gol il merito è comunque della squadra che mi mette in condizione di poterlo fare. Sono contento che Diaz segna, ma il nostro punto di forza è il gruppo. Abbiamo tanta fame di fare bene e spaccare tutto. Io ho fame di gol, questo può impensierire la difesa molossa».
-La classifica corrisponde alle tue idee?
«La nostra posizione in classifica rispecchia il lavoro che facciamo quotidianamente. La società risponde sempre alle nostre esigenze, stiamo bene e il lavoro tecnico del mister ci sta facendo crescere tantissimo. Queste sono tutte componenti che giorno dopo giorno permettono al calciatore di migliorarsi. Siamo tranquilli e felici di quello che stiamo facendo e vogliamo continuare su questa strada».
-Come esulta Diaz se segna contro la Nocerina? «Se ho l’opportunità di segnare, correrò verso i miei compagni come faccio di solito. Esultare con loro è sinonimo di ringraziamento. Un mio gol è il gol della squadra!».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca