fbpx

Gara nervosa e povera di emozioni, decisa dalle reti di Gentile e Tortori. Espulso per doppia ammonizione il nocerino Carrotta

di Valerio D’Amico

tifosi nocerina foggiaSecondo passo falso consecutivo per la Nocerina, che capitola per due a zero tra le mura amiche contro il Foggia. Gara molto nervosa, con ben nove ammoniti e un espulso, e povera di emozioni, con gli ospiti cinici e fortunati a capitalizzare le occasioni create. Decisivo il calcio di rigore di Gentile nel primo tempo e la rete di Tortori a nove giri di lancette dalla fine della gara.

Di Costanzo vara un inedito 3-5-2, con Lava e Sorgente a reggere il peso del reparto offensivo. Out dall’undici titolare Liurni, in panchina al pari di Tshibamba.
Il tecnico ospite Corda sceglie Cannas come partner d’attacco di Iadaresta. Inizialmente fuori l’ultimo arrivato Tortori.
La prima porzione di gara non regala particolari sussulti, con gli ospiti apparentemente sorpresi dalla novità tattica proposta dal trainer rossonero. Al 27’ il Foggia si ritrova in vantaggio, in pratica senza mai bussare dalle parti di Leone. Carrotta tocca col braccio un innocuo traversone di Cittadino. L’arbitro, ben appostato, indica senza esitazioni il dischetto. Dagli undici metri Gentile spiazza Leone. I locali faticano a impostare una vera reazione; al 31’ Ciampi prova a mettere paura agli avversari con un tiro provvidenzialmente rimpallato da Anelli. Al 43’ Sorgente, si smarca in area ma spreca tutto con un’improbabile soluzione a metà tra un tiro e un cross che termina sul fondo. La prima frazione non riserva ulteriori emozioni e si conclude dopo due minuti di recupero.
nocerina foggia 1I secondi quarantacinque minuti di gioco iniziano con gli stessi ventidue protagonisti in campo. Al 5’ i padroni di casa vanno a un passo dal pareggio. Di Lollo lancia Sorgente che si invola verso la porta avversaria e batte a rete. Bravo Fumagalli a distendersi sulla sua destra e respingere la palla. Al 17’ l’estremo difensore ospite è ancora decisivo, questa volta in uscita bassa su Lava pericolosamente lanciato a rete. Al 33’ Carrotta becca piuttosto ingenuamente la seconda ammonizione e lascia i suoi in inferiorità numerica. Un minuto più tardi arriva il colpo del ko per la Nocerina. Tortori si libera di Corcione con una spallata ai limiti della regolarità, si presenta a tu per tu con Leone e lo batte senza difficoltà. Al 40’ il palo nega la gioia del terzo gol a Campagna, bravo a farsi largo tra le maglie della difesa di casa e a trovare lo spiraglio per la conclusione. Il forcing finale non produce gli effetti sperati per la Nocerina, che avrebbe meritato quantomeno il gol della bandiera. Il Foggia col minimo sforzo ottiene il massimo rendimento, raccogliendo l’applauso degli oltre cinquecento tifosi giunti dalla Puglia.  

   

NOCERINA (3-5-2): Leone; Ciampi, Campanella, Mannone (28’st Liurni); Poziello (43’st Carrafiello), Carrotta, Di Lollo (43’st Mincione), Corcione, De Siena (17’st Messina); Lava, Sorgente. A disp. Bertollini, Festa, Landri, Romano, Tshibamba. All. Di Costanzo
FOGGIA (3-5-2): Fumagalli; Anelli, Viscomi, Salines (49’st Di Masi); Campagna, Cittadino (21’st Tortori), Salvi, Gentile, D’Jerno (14’st Cadili); Iadaresta (26’st Russo), Cannas (10’st Staiano). A disp. Di Stasio, Loschiavo, Pertosa, Salatino. All. Corda
ARBITRO: sig. Madonia di Palermo. Assistenti: Bianchini e Giudice di Frosinone.
MARCATORI: 27’pt (rig) Gentile (F), 36’st Tortori (F)
NOTE: pomeriggio soleggiato, campo in buone condizioni. Spettatori circa 2200. Ammoniti: Anelli (F), Mannone (N), Viscomi (F), Di Lollo (N), Salines (F), Salvi (F), Fumagalli (F), Gentile (F), Campanella (F); espulsi: Carrotta (N); angoli: 4-2; recupero: 2’pt; 5’st