fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Abbandonata l’ipotesi Partenio già da tempo, il presidente Maiorino ha evidenziato l’impossibilità di giocare al “San Francesco” a causa dei lavori in corso per le Universiadi. Il problema principale riguarderebbe l’accesso ai settori

di Redazione

Niente “San Francesco” e niente “Partenio” di Avellino per la gara Nocerina-Bari. Il presidente Paolo Maiorino, in una nota stampa, ha spiegato quest’oggi i motivi che lo hanno portato alla decisione di giocare contro i pugliesi allo stadio “Novi” di Angri, non senza dispiacere.

«Ho lavorato tantissimo, in questi giorni, per permettere alla Nocerina, e alla Città di Nocera Inferiore, di disputare la gara del 7 aprile contro il Bari, nella sua sede naturale, nel nostro “San Francesco” - ha dichiarato Maiorino. Io stesso ho effettuato, insieme all’Amministrazione comunale e ai rappresentanti delle forze dell’ordine, dei sopralluoghi presso lo stadio. A mio avviso c’erano tutte le condizioni per permettere la disputa di un unico incontro presso il nostro impianto di gioco”. Il problema insormontabile è quello relativo all’accesso dei sostenitori in alcuni settori oggetto dei lavori: «In un primo momento, avevo chiesto che la gara potesse prevedere l’apertura di soli due settori: Tribuna, per i locali; Distinti, per gli ospiti. L’Ufficio tecnico del Comune di Nocera Inferiore mi ha risposto che, a causa dei lavori in corso, sarebbe stato impossibile aprire la Tribuna. Prendendone atto, ho chiesto che fossero aperti soltanto Curva e Distinti. A questa seconda richiesta non ho avuto alcuna risposta ufficiale». maiorinoLa soluzione, quindi, è quella di giocare la gara al “Novi” di Angri, l’impianto che sta ospitando le ultime gare casalinghe dei molossi: «Oggi, a dieci giorni dalla gara, a causa delle problematiche organizzative che questa partita porte con sé, mi vedo costretto a prendere una decisione: Nocerina-Bari si giocherà presso lo Stadio “Novi” di Angri. A tal proposito, ringrazio sia la Polisportiva United, che gestisce l’impianto, che l’Amministrazione comunale angrese, per la disponibilità mostrata. E sono conscio che, molto probabilmente, questa decisione non permetterà agli sportivi di Bari di poter assistere, dal vivo, all’incontro». Il presidente Maiorino si è detto molto rammaricato per l’incresciosa situazione venutasi a creare e soprattutto per non aver potuto tenere al “San Francesco” quella che poteva essere una bella giornata di sport, in campo e sugli spalti. In ultimo, il rappresentante della società rossonera ha chiesto supporto e vicinanza a tutta la tifoseria per affrontare insieme questo ultimo periodo: «Adesso chiedo ai tifosi rossoneri di riempire il “Novi”, di far sentire alla squadra il calore che solo i veri molossi sanno donare ai propri calciatori. C’è una salvezza da conquistare, una categoria da mantenere per porre le basi per veleggiare verso nuovi traguardi, verso quelle categorie che competono alla Nocerina per storia e tradizione. Forza Molossi!».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca