fbpx

La squadra di Cavallaro domina nel secondo tempo ma non trova l’acuto giusto, colpisce una traversa ma non trova l’acuto giusto. Non si sfata il tabù trasferta

noc gravina3Una traversa e tanta sfortuna impediscono alla Nocerina di centrare il primo successo stagionale in trasferta. Il derby rossonero del campo Italia si conclude, infatti, a reti bianche, nonostante una netta supremazia territoriale degli ospiti soprattutto nel secondo tempo.

Il tecnico dei locali Cioffi si affida al classico 3-5-2, con Iadaresta e Gargiulo a reggere il peso del reparto offensivo. Cavallaro lancia Donida dal primo minuto, lasciando in panchina Rizzo. Talamo e Palmieri compongono la coppia di attacco.
Parte forte la Nocerina, che si affaccia nell’area avversaria dopo soli trenta secondi. Il tiro di Esposito, su cross di Chietti, viene deviato in angolo da un difensore costiero. Al 3’ molossi ancora pericolosi con Palmieri, che smarcato in area da Esposito non inquadra lo specchio da ottima posizione. Al minuto 8 provano a rendersi pericolosi anche i padroni di casa, con un tentativo di La Monica bloccato senza difficoltà da Pitarresi. Ad un inizio vivace e promettente segue una fase centrale di studio e senza acuti. Al 38’ Iadaresta prova a suonare la carica per la sua squadra con una conclusione dalla sinistra ben contenuta da Pitarresi. La Nocerina, nonostante i quattro angoli collezionati, fatica a creare ulteriori occasioni sino al termine della prima frazione che agli archivi dopo due minuti di recupero.
Il secondo tempo inizia senza alcuna variazione di uomini e schemi.  Al 6’ ci prova Donida, con una conclusione dalla destra che si perde di poco a lato. La risposta del Sorrento è affidata a un colpo di testa di La Monica, che al 18’ spedisce di un soffio alto da pochi passi. Al 23’ la Nocerina va a un passo dal vantaggio. Traversone dalla sinistra di Esposito per Dammacco che svetta di testa e colpisce la traversa; sulla ribattuta Volzone è lesto a smanacciare e ad evitare che gli attaccanti avversari spediscano comodamente in rete la palla. Al 28’ è Donida a cercare il bersaglio grosso con un colpo di testa che però si perde largo alla sinistra di Volzone. Al 34’ molossi ancora all’arrembaggio, con un calcio di punizione di Garofalo che termina a lato per questione di centimetri.  Al 41’ è Cuomo a cercare fortuna con un tiro dai venti metri che si spegne di un soffio alto. Quaranta secondi più tardi Volzone risponde presente su un tentativo di Palmieri. Il forcing finale dei molossi non sortisce gli effetti sperati ed è il Sorrento ad avere l’ultima occasione di giornata con un tiro di Mezavilla che non crea grattacapi a Pitarresi. Il pareggio lascia l’amaro in bocca agli oltre trecento tifosi giunti dalle due Nocera, che speravano di tornare a casa con un risultato diverso.

SORRENTO (3-5-2): Volzone; Mezavilla, Cacace, Mansi; Manco, La Monica, Virgilio (45’st Cesarano), De Marco (30’st Diop), Romano; Gargiulo (25’st Sosa), Iadaresta.  In panchina: Del Sorbo, Sicuro, Guidoni, Ferraro, Procida, Acampora. Allenatore: Cioffi
NOCERINA (3-4-1-2): Pitarresi; Bruno, Cason, Garofalo; Donida, Vecchione, Donnarumma (26’st Simonetti), Chietti (22’pt Cuomo); Esposito; Talamo (21’st Dammacco), Palmieri. In panchina: Al Tumi, Menichino, Barone, Mancino, Rizzo, Saporito. Allenatore: Cavallaro
ARBITRO: Torreggiani di Civitavecchia. Assistenti: Andreano e Abbinante
RETI:
NOTE: pomeriggio soleggiato. Campo in erba sintetica. Spettatori circa 800, con folta rappresentanza ospite. Ammoniti:  Palmieri (N), Diop (S).  Angoli: 3-8. Recupero: 2’pt; 4’st