fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Il club ha pubblicato le foto dei danni all'impianto causati dal vento e scatta la polemica con il malcontento di tifosi e normali cittadini. La risposta del vicesindaco Federica Fortino non si è fatta attendere

di Redazione

Non si placa lo scontro sulla vicenda "San Francesco" tra la Nocerina e il Comune di Nocera Inferiore. Nel mezzo tante polemiche di cittadini che chiedono una "pace" definitiva per il bene della struttura sportiva e della formazione molossa.

D'altro canto, la società rossonera è finita nel mirino delle critiche dei tifosi che preferirebbe veder giocare i rossoneri al "San Francesco" piuttosto che ad Angri. La Nocerina, di conseguenza, attraverso i suoi canali social, ha pubblicato alcuni scatti dell'attuale situazione dell'impianto dopo il maltempo delle ultime settimane, nei quali si vedono una panchina divelta, un pò di erbaccia e il serpentone danneggiato. Immagini che hanno innescato ulteriori critiche, tra tifosi e non, questa volta nei confronti dell'Amministrazione comunale. Inevitabilmente è arrivata la risposta del vicesindaco Federica Fortino su Facebook. "Le foto apparse sul canale social della squadra di calcio Nocerina avente come titolo “la situazione attuale del San Francesco” - ha scritto la rappresentante comunale - sono frutto di un voler ripristinare la realtà delle cose, si legge. Se la realtà riguarda disordine e disagi causati dal maltempo degli scorsi giorni, gli uffici del comune sono già a conoscenza della situazione panchina e serpentone tanto da aver provveduto ad effettuare un nuovo ordine (non può essere riparato, ma sostituito). Quantomeno dubbie appaiono le affermazioni riguardanti il terreno di gioco che risulta essere, da relazioni tecniche depositate, tutt’altro che impraticabile". San Francesco danni 1E proprio il terreno di gioco sembra ormai essere il vero oggetto della diatriba. Nella conferenza stampa di ieri, il tecnico della Nocerina Giovanni Cavallaro ha dichiarato che il manto erboso è pieno di buche, quindi inadatto, ma ha aggiunto anche che non vede l'ora di tornare nello stadio di casa. Ma la questione va oltre. "Se invece si parla della manifestata intenzione della Nocerina di giocare per tutto il mese di gennaio in quel di Angri - ha continuato il vicesindaco -, va specificato che tale decisione non è da impuntarsi minimamente a diniego da parte del comune. Ricordo, tra l’altro, che questa Amministrazione comunale per garantire la presenza in casa della squadra ha chiesto di posticipare i lavori di ristrutturazione dell’impianto ad aprile, e non gennaio". L'Amministrazione quindi lascia intendere che i lavori non sono stati ancora iniziati proprio perchè, non essendo usato dalla Nocerina, non vi è immediata necessità. In tal senso, appare davvero difficile pensare che il Comune non avrebbe risolto i danni in pochi giorni, siccome di lieve entità, in caso di utilizzo. La società rossonera però non ci sta. E continua a mancare una linea di accordo.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca