fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Poco più di trenta spettatori. Questo il pubblico contabilizzato al San Francesco per la gara amichevole con il Gelbison, per la cronaca vinta 2-0, che ha tentato di segnare una sorta di ritorno alla normalità dopo gli eventi ormai fin troppo noti della gara contro la Salernitana.

Pin It

Pin It

“Oggi non parliamo ne a nome degli ultras nè a nome della nostra curva sud perchè oggi parliamo a nome di una città, la nostra città, perché è la nostra città ad essere stata discriminata dal divieto di recarsi allo stadio Arechi ed è il nome dei nocerini che ora dalla stampa nazionale viene additato come violento teppista terrorista e mafioso. Noi non abbiamo minacciato nessun tesserato, abbiamo semplicemente chiesto al nostro mister e ai nostri ragazzi dopo una serie di pacifici incontri che con un gesto eclatante, che facesse parlare l’italia e che scuotesse il sistema, si desse voce all’ingiustizia subita.

Pin It

Pin It

Piomba lo sconcerto in città per quanto accaduto prima e durante la gara Salernitana - Nocerina, descritta dalla maggior parte degli organi di informazione nazionali come una farsa.
La cronaca è breve: alla partenza dall'albergo la squadra, secondo quanto documentato dalle immagini del fotografo Luigi Pepe, sarebbe stata pesantemente intimidita al non giocare per ripicca contro l'inibizione ai nocerini ad assistere alla gara. A Salerno la partita inizia con 38 minuti di ritardo e solo dopo le rassicurazioni del questore di Salerno De Iesu ai calciatori rossoneri in ordine alla sicurezza.

Pin It

Pin It

Tornano a testa alta gli atleti italiani che hanno partecipato all'ottavo campionato mondiale di Judo di Spagna, tenutosi a Guadalajara dal 7 al 10 novembre. Gli azzurri hanno infatti conquistato un oro, un argento e tre bronzi. Ma ancora più a testa alta tornano i tre altleti dello Shirai Club di San Valentino Torio, che della squadra facevano parte: Annamaria Damolideo, 47 chilogrammi, categoria Cadetti (14-15 anni); Roberto Ferraiolo, 52 chilogrammi, categoria cadetti (14-15 anni); Luca Buono, 68 chilogrammi, categoria Juniores (16-17 anni).
Tra i tre il miglior risultato lo consegue Roberto Ferraiolo, finito quinto nella classifica generale: incontra al primo turno il campione del mondo in carica, viene ripescato e batte i colleghi del Marocco, della Russia e della Svizzera. Si ferma all'ultimo incontro che vale la medaglia di bronzo contro il tedesco.

Pin It

Pin It

Si intitola «Zeroauno – Una generazione sconfitta di misura» il libro di Francesco Esposito e Roberto Alpino che venerdì 15 novembre sarà presentato a Nocera Inferiore presso la libreria Mondadori

 

Due uomini, una donna e una comune passione: il calcio. Sullo sfondo di una cittadina del Sud Italia alla fine degli anni ’90, si intrecciano le storie dei giovani amici Alessandro e Massimo e dell’italoamericana Theresa, che inseguono i propri sogni attraverso le gesta di una squadra di terza serie. Per loro, il calcio non è solo uno sport: in una terra dimenticata dalla politica, lo stadio diventa metafora e teatro della vita stessa.

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca