fbpx

Con il supporto dello Sportello d'Ascolto istituito dall'Istituto si mira a rendere sempre più solida l'alleanza scuola-famiglia per agevolare il successo scolastico dei ragazzi
Un confronto diretto con gli studenti per l’elaborazione del piano di miglioramento delle attività didattiche. È questo il motivo dell’incontro tra il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Fresa Pascoli di Nocera Superiore che si terrà giovedì 11 novembre dalle 10 alle 12.

Con l’occasione, ci sarà anche la partecipazione attiva degli esperti dello Sportello d’Ascolto istituito dall’Istituto.
«In questo periodo di emergenza – esordisce il messaggio inviato dal dottor Michele Cirino ai suoi studenti - che ha caratterizza ancora l’anno scolastico, si sente il bisogno di far sentire la propria vicinanza alle famiglie: la didattica è centrale in tal senso e nel rispetto del diritto allo studio dei nostri ragazzi ci si adopera per far sì che questo diritto venga garantito anche quando gli spazi sono “inaccessibili”. La scuola sente il bisogno di garantire la vicinanza e il supporto alle famiglie e di mantenere il rapporto umano con l’utenza. Un appello e un messaggio di affetto e vicinanza a tutti i miei alunni: ragazzi, continuate anche a lavorare individualmente per potenziare le vostre competenze in vista dell’esame ma non solo! Leggete, esercitatevi, seguite canali tematici di scuola online o in tv come Raiscuola o Raistoria. Se avete difficoltà didattiche e di apprendimento con i vostri docenti rivolgetevi al dottor Rispoli, nostro psicologo. Inoltre, esorto tutti a lanciare proposte per il miglioramento della Didattica, in virtù del ruolo centrale che voi alunni avete a scuola. Il vostro preside vi è sempre vicino e ringrazio le famiglie che hanno affidato i loro figli a noi.
Lavoreranno al nostro fianco gli psicologi dello “Sportello d’ascolto” e la scuola si sta impegnando a creare un canale comunicativo anche con loro. Approfittate di questo momento per consolidare non solo le vostre capacità logiche e competenze scolastiche, ma anche le vostre capacità empatiche e comunicative, vicino alla vostra famiglia e vicino ai vostri insegnanti – conclude Cirino - che sono aperti a qualsiasi modalità comunicativa, da quelle istituzionali a quelle più semplici se ce ne fosse necessità».
L’Istituto di Nocera Superiore conferma, con questa iniziativa, l’impegno nella realizzazione di un’alleanza scuola-famiglia per favorire, in ogni modo, il successo formativo dell’alunno.