fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

L'esempio dell'Istitito comprensivo "Via Frignani", nel quartiere Spinaceto di Roma, diretto dal preside Gianfranco Turatti: «durante i mesi estivi abbiamo cercato di trovare le soluzioni a tutti i problemi»
di Francesco Li Pira
Il dirigente Gianfranco Turatti Anche nel Lazio, ed in particolare a Roma, la scuola ha avuto gli stessi problemi della Campania? Ce lo dice l'avvocato Gianfranco Turatti, dirigente dell'Istituto Comprensivio "Via Frignani", nel quartere Spinaceto.

Pin It

Pin It

Gli istituti scolastici del territorio non si presentano tutti in buono stato. Rete Studentesca mette in rilievo altre problematiche: dai soffitti che crollano fino allo spaccio e al degrado

di Redazione

Sono apparsi nella serata di ieri su alcune scuole superiori di Nocera Inferiore ed Angri degli striscioni riportanti la celebre frase di Dante: "Lasciate ogni speranza voi che entrate". L'autore della Divina Commedia si riferiva all'ingresso dell'Inferno. Gli studenti della Rete Studentesca dell'Agro, invece, attaccando manifesti e striscioni, hanno voluto metaforicamente porre l'attenzione sui problemi degli istituti scolastici.

Pin It

Pin It

Il sindaco Cristoforo Salvati, in accordo con alcuni dirigenti scolastici, ha attentamente valutato le criticità legate alle elezioni e alla difficoltà di gestione di spazi e strumentazioni in ottica distanziamento e sanificazione per far fronte all’emergenza coronavirus

studenti scuole superioriNon si placa la polemica legata ai ritardi sulla riapertura delle scuole in Italia e più nello specifico in Campania.

Pin It

Pin It

Le istanze andranno presentate - per le precauzioni imposte dal Covid - entro il 23 ottobre 2020 esclusivamente on-line, utilizzando l’applicativo reso disponibile dal Comune
buoni libroApprovati dal Comune di Nocera Inferiore i criteri per la concessione, agli studenti di elementari e medie del territorio, anche se residenti in altri Comuni, di buoni libro per il nuovo anno scolastico.

Pin It

Pin It

Tutti gli edifici saranno adeguati alle norme anti-Covid, ed è partita la richiesta al Ministero competente di finanziamenti da destinare all’acquisto o al fitto di spazi alternativi per consentire agli studenti di operare in piena sicurezza

Federica Fortino e Immacolata UgolinoSaranno adeguati alle nuove disposizioni governative in materia di prevenzione del contagio le scuole dei cinque Istituti comprensivi cittadini, garantendo lì dove necessario, la suddivisione delle classi in gruppi minori e/o l’utilizzo di spazi alternativi.

Pin It

Cerca