fbpx

Tra uomini e moda l'antica rivalità sembra ormai cosa archiviata. Un tempo quasi allergici alla cura del proprio corpo, ora hanno attraversato pericolosamente la sponda

di Chiara Ruggiero

Un tempo agli uomini non interessava tanto né l’aspetto fisico né il modo in cui si vestivano: eccezion fatta per qualcuno che rincorreva i Levis o il sempreverde loden, e magari le Ray-Ban ultimo modello, bastavano un paio di jeans da indossare ad ogni occasione, una maglietta anche sdrucita, perché indossata troppe volte, ed i consigli alla buona delle care mamme.

Una volta, erano le ragazze quelle patite per la moda: capricciose, quasi perfette, trucco parrucco e smalto fresco di giornata.
Se per un verso l’evoluzione dell’uomo anche dal lato della moda è un qualche cosa di positivo, (è giusto che anche loro si prendano cura del loro aspetto e della loro persona), visto da un altra angolazione no, tanto che a volte possono essere oggetto di scherno.
Al giorno d’oggi gli uomini hanno totalmente cambiato le loro abitudini, non più pizza birra e tv, ma riviste di moda, centri estetici, parrucchieri e palestre.
Alle ragazze da un lato fa piacere uscire con ragazzi ben vestiti e curati, che tengono al loro aspetto, ma senza esagerare con barbe addobbate come alberi di natale e pelle al profumo di pesca ...
Questo fenomeno, per molti inspiegabile, può essere compreso grazie all’evoluzione dei social e del fenomeno “fashion blogger”, che non è più un esclusiva delle ragazze ma anche dei ragazzi, perché hanno scoperto che può essere una fonte di guadagno molto redditizia e facile.
Ragazzi volete prendervi cura di voi stessi? Ok, ma ricordatevi che non siete “Ken” il fidanzato di Barbie.