fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Sette giorni di iniziative culturali, folkloristiche, musicali, teatrali e di arte affiancheranno i tradizionali festeggiamenti religiosi in onore della Vergine Maria. Sono stati organizzati dall'Associazione socioculturale "Giovanni Liguori" con un'ampia collaborazione del mondo sociale e civile della città

di Giovanna Basile

Da questa sera fino al 17 agosto, presso piazza Materdomini in Nocera Superiore si svolgerà L’Antica Festa dell’Assunta, promossa dall’Associazione socioculturale "Giovanni Liguori" in collaborazione con "Ri-Scopriamo Nuceria", "Prometeo Cultura", Pro loco ed associazione commercianti di Nocera Superiore, Arabesco, associazione guardie ambientali d’Italia, Nova Sociale, Mater Nova, associazione culturale Pino Iovine, comitato di quartiere Grotti-San Francesco, museo camminante lavorazione sul posto Aversa, a’ paranza dell’Agro, associazione culturale "do’ lion". Una kermesse di spettacoli tra teatro, musica e danze in sei giornate, volte alla riscoperta dei valori e delle antiche tradizioni popolari di una delle più antiche zone dell’agro nocerino sarnese. La manifestazione sarà inaugurata con la conferenza sulle origini dell’Antica Festa dell’Assunta, approfondimento culturale il cui scopo è quello di riqualificare L’antica festa attraverso un cammino che ripercorrerà le vie tra il sacro ed il profano, tra storia, miti e leggende alla riscoperta del nostro patrimonio archeologico, artistico e socio culturale. Il dibattito, affrontato da una serie di esperti del settore, tratterà i tre aspetti fondamentali: la festa dell’Assunta tra sacro e profano, il culto delle sette sorelle ed i percorsi e Le tradizioni legati ad essa legati; moderano Gigi Di Mauro, direttore dello storico “Risorgimento Nocerino” e Salvatore De Napoli, giornalista.
Durante L’Antica Festa dell’Assunta saranno allestiti cinque stand culturali coordinati da Riscopriamo Nuceria dove saranno presenti diversi artisti con le proprie opere dedicate a Nocera Superiore, quali lo scultore Ciro Califano con esporrà la sua opera più famosa, la riproduzione del battistero paleocristiano di Nocera Superiore, realizzata in tre anni di lavoro con tappi di sughero;
il famoso caricaturista professor Maurizio Barcellona, che per l’occasione realizzerà caricature su monumenti storici di Nocera Superiore, l’artista poliedrico Antonio Pace che ha curato due cortometraggi sul sul patrimonio archeologico nocerino che verranno proiettati durante le serate. Ancora,l’intarsiatrice Nicole Basile, dei maestri ebanisti Fratelli Basile, antica azienda del territorio nocerino, che ha omaggiato la città con una riproduzione su legno di una lapide in marmo ritrovata a Casolla, con l’antica iscrizione “Nuceria Alfaterna, una città creata da un Dio”. Insieme a lei ci saranno la restauratrice Adele Ruggiero, con il progetto del restauro dell’affresco “Dio Padre” del Santuario di Materdomini, per la cui realizzazione sarà aperta durante la festa una raccolta di fondi, il ceramista Alessio Salerno che ha riprodotto su ceramica alcune antiche monete di Nuceria Alfaterna.
La serata dell’11 continuerà con una piece teatrale sul tema della Madonna, scritta da Pino Lodato e rappresentata dall’associazione culturale Arabesco di Nocera Superiore.
La seconda serata dell’antica festa dell’Assunta, organizzata e promossa dall’associazione socio culturale Giovanni Liguori, proseguirà con il concerto di musica classica e napoletana proposto dal soprano del coro di Anzio (Roma) Rosa Senatore e dal pianista compositore Gianluca Fronda.
Un arricchimento musicale in tre atti attraverso un excursus di pezzi tratti da famosi musical ed arie liriche, riarrangiamenti e brani inediti per concludersi con una rassegna tra le più famose canzoni della musica classica napoletana come “Te voglio bene assaje” di Raffaele Sacco e Gaetano Donizetti, “A Vucchèll” di Gabriele D’annunzio e Francesco Paolo Tosti, accompagnati da piccoli approfondimenti culturali a cura di Prometeo Cultura.
Il 13 ci sarà un omaggio alla Madonna con La paranza de’ Musicamore, gruppo popolare di Roccapiemonte; il 14 sarà dedicato completamente ai riti religiosi che si terranno presso il santuario di Materdomini e la sera, in Piazza Materdomini avranno luogo libere espressioni delle tradizioni popolari e religiose.
Il 15 Agosto vi sarà un omaggio alla Madonna de “A Paranz d'o' Lion”, a cura i un’altra storica associazione: "Cultura popolare Campana".
Il 16 Agosto si esibiranno i Musicastoria, gruppo di musica popolare offerto dall’EPT di Salerno al Santuario di Materdomini.
Il 17 agosto L’Antica Festa dell’Assunta si concluderà con un musical scritto da Daniele Ricci ed eseguito dal Gruppo I Giullari di Bracigliano “Il Risorto. Oltre il dolore della Croce”, offerto al Santuario di Materdomini di Nocera Superiore.

Pin It

Cerca