fbpx

Domenica 24 novembre, con inizio alle ore 18.00, sarà presentato a Roccapiemonte, presso l'aula conferenze del palazzo gentilizio Marciani, il libro diario “A te che leggi… dopo mezzanotte”, di Rita Occidente Lupo, scrittrice e giornalista salernitana.


«Non un diario autobiografico, ma un mosaico attentamente composto del sentire delle donne attraverso spaccati emotivi – si legge nella presentazione - Una narrazione intrisa di forti emozioni, un universo affettivo, innamoramenti e pene d’amore delle donne, e quel senso di dominante solitudine che aiuta a penetrare i propri sentimenti, tutto scandito dai giorni vissuti che la Occidente Lupo ama accoppiare alle parole calzanti e salienti di canzoni d’autore per renderli ancor più indimenticabili».
Rita Occidente Lupo ha scritto nel 2010 "Senza Paura", un libro intervista con alcune donne malate di cancro che fu presentato alla biblioteca degli atti parlamentari del Senato dall’allora presidente Schifani. Su proposta dell’Associazione senologica del Mediterraneo, la Occidente Lupo raccontò le storie di donne coraggiose affette da cancro alla mammella ed operate di mastectomia, un immedesimarsi nelle sofferenze altrui con grande partecipazione ma anche con qualche difficoltà, e la conferma di quanto sia utile la prevenzione così come fondamentale è avere un supporto psicologico e affettivo nell’affrontare certi percorsi di vita. L’evento, voluto dall’assessorato alla cultura del Comune di Roccapiemonte, prevede gli interventi dell’autrice , del sindaco di Roccapiemonte Andrea Pascarelli e dell'assessore alla cultura Luisa Trezza. I lavori saranno coordinati da Francesca Carrano redattrice di "Dentro Salerno".
«Un libro nato dall’esame della solitudine che spesso affligge le donne - dice la Lupo - e che specialmente in tarda serata, emerge preponderante. Di qui una pubblicazione che anche dal formato, si presenta pratica, da poter tenere sul comodino e da poter scorrere prima di addormentarsi. Un diario che alterna ricordi rosa e che, attraverso note introspettive, esamina i problemi relazionali con l’altro sesso, non sempre pronto a vivere lo spessore dell’amore. Il libro è una sorta di diario di bordo, dove annotare tutto quando ci opprime e ci circonda, un’analisi introspettiva che esamina i problemi relazionali spesso dovuti a tempeste umorali, al male d’amore. Un libro tascabile, un florilegio di opzioni che ci fa viaggiare con la fantasia ma nello stesso tempo ci rende più consapevoli, conoscere e combattere i nostri piccoli difetti quotidiani, il nostro vissuto, l’esegesi della caducità della nostra esistenza e la forza di venirne fuori. Una lettura che forgia le donne ma non solo, affrontandone i punti deboli, quali la solitudine, la malinconia, ma anche la tenacia, la riflessione, dandole nuova linfa».
Un volumetto, nella migliore accezione del termine, da tenere sul comodino e leggere prima di addormentarsi. Uno stile fluido, una copertina “rilassante” grazie alla grafica illustrata realizzata dalla pittrice Elena Ostrica. Il testo offre lo spaccato sentimentale dell’universo femminile. Pensieri, rimarcati da ricordi, rimandano emozioni cullate da nostalgie sentimentali.
«La presentazione del testo avviene, non a caso, alla vigilia della giornata mondiale contro la violenza alle donne - ha affermato l'assessore alla cultura e pari opportunità Luisa Trezza - e spesso gli episodi di violenza e di vero e proprio martirio subiti dalle donne nascono proprio dalla solitudine in cui molte inesorabilmente scivolano. La presentazione del libro della collega giornalista Rita Occidente Lupo - ha continuato l’assessore, anzi, l'assessora come ama farsi chiamare- vuole essere un messaggio forte a tutte le donne affinché possano uscire dal deserto familiare e di sentimenti che spesso le circondano e possano così chiedere aiuto in tempo».
Durante la serata la vocalist Augusta Mistico canterà la figura della "Donna" attraverso l'interpretazione dei brani più intensi del panorama musicale nazionale ed internazionale ad essa dedicati.