fbpx

Il prodotto è frutto della creatività di Anna Fresa, ed è stato realizzato dall'azienda salernitana guidata dalla nocerina Paola Cianciullo

Paola Cianciullo durante la presentazione della serie IpaziaÈ stato quelllo di Anna Fresa con la sua creazione Ipazia l'ultimo prezioso prodotto che esce dalla Cianciullo Marmi, azienda con sede a Salerno ma con un cuore tutto nocerino.

Si chiama in realtà Ipazia fruit bowl, ed è un oggetto in marmo delle dimenzioni di 60x12x4 centrimetri di altezza, ed è stato pensato, come il nome fa intuire, come elegante portafrutta.
La presentazione della ‘Serie Ipazia. Portafrutta il disegno e e le orbite planetarie’, si è svolta sulla terrazza di X-Studio Architettura a palazzo Principi Albertini di Cimitile ieri, domenica 4 ottobre, in via Santa Teresa degli Scalzi 76 a Napoli.
«Difficilmente mi è capitato di vedere un oggetto così bello e particolare - ci dice Paola Cianciullo, nocerina doc ed anima da anni della nota azienda - E si che ne ho viste tante. Devo dire che per noi aziende il design è diventato fondamentale, ed è l'unica strada che possiamo percorrere per provare a vincere la concorrenza. ipaziaNella potenza del design crediamo talmente nella nostra azienda che per il quarto anno consecutivo abbiamo promosso un concorso per offrire una vetrina ai migliori talenti. E del resto anche noi, come azienda, ci siamo dovuti reinventare nell'usare il materiale marmo, che ritengo tra i più nobili: nuove linee, nuovi prodotti, l'introduzione di macchinari particolari per le nuove lavorazioni. E i giovani designer e il design di qualità, in particolare, possono essere le armi per una produzione che sappia sconfiggere la concorrenza estera che ormai ci assedia»