fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

La Dante e Descartes è l'unica casa editrice a pubblicare in Italia il premio Nobel per la letteratura 2020, Louise Glück. L’editore Raimondo Di Maio è stato a Nocera lo scorso mese
di Valentina Milite
La libreria Di Maio è a Napoli in via Mezzocannone Dante e Descartes, la storica libreria di via Mezzocannone e piccola casa editrice napoletana, gestita dall’editore Raimondo Di Maio e suo figlio Giancarlo, attualmente è l’unica in Italia ad avere in catalogo un libro dell’autrice vincitrice del Premio Nobel per la letteratura 2020: la poetessa americana di origini ebraiche ed ungheresi, Louise Glück.

Pin It

Pin It

L’associazione culturale “Lectura Dantis Metelliana”, guidata dal professor Marco Galdi e nata nel ‘74, tornare con una serie di incontri incentrati sull’opera del sommo poeta nel rispetto delle norme anti Covid
di Fabrizio Manfredonia
Dante AlighieriSi terrà il prossimo martedì alle 18 nell’aula consiliare intitolata al partigiano Sabato Martelli Castaldi, il primo appuntamento della quarantasettesima edizione della lectura: il primo canto della comedìa a essere commentato sarà il XVII dell’Inferno, dove il sommo incontra gli usurai; a leggere il testo il nuovo direttore della “Lectura Dantis Metelliana” Irene Chirico, docente dell’Università degli Studi di Salerno.

Pin It

Pin It

Il lavoro del pompeiano ma ma ormai salernitano di adozione si intitola “It’s right” ed è composto da sei brani. Ha forti influenze e contaminazioni blues, swing e bossanova
Dal 1° ottobre è online “It’s right”, il primo disco da solista Gennaro Ferraro, trombettista jazz originario di Pompei ma ormai salernitano d’adozione.

Pin It

Pin It

Il prodotto è frutto della creatività di Anna Fresa, ed è stato realizzato dall'azienda salernitana guidata dalla nocerina Paola Cianciullo

Paola Cianciullo durante la presentazione della serie IpaziaÈ stato quelllo di Anna Fresa con la sua creazione Ipazia l'ultimo prezioso prodotto che esce dalla Cianciullo Marmi, azienda con sede a Salerno ma con un cuore tutto nocerino.

Si chiama in realtà Ipazia fruit bowl, ed è un oggetto in marmo delle dimenzioni di 60x12x4 centrimetri di altezza, ed è stato pensato, come il nome fa intuire, come elegante portafrutta.
La presentazione della ‘Serie Ipazia. Portafrutta il disegno e e le orbite planetarie’, si è svolta sulla terrazza di X-Studio Architettura a palazzo Principi Albertini di Cimitile ieri, domenica 4 ottobre, in via Santa Teresa degli Scalzi 76 a Napoli.
«Difficilmente mi è capitato di vedere un oggetto così bello e particolare - ci dice Paola Cianciullo, nocerina doc ed anima da anni della nota azienda - E si che ne ho viste tante. Devo dire che per noi aziende il design è diventato fondamentale, ed è l'unica strada che possiamo percorrere per provare a vincere la concorrenza. ipaziaNella potenza del design crediamo talmente nella nostra azienda che per il quarto anno consecutivo abbiamo promosso un concorso per offrire una vetrina ai migliori talenti. E del resto anche noi, come azienda, ci siamo dovuti reinventare nell'usare il materiale marmo, che ritengo tra i più nobili: nuove linee, nuovi prodotti, l'introduzione di macchinari particolari per le nuove lavorazioni. E i giovani designer e il design di qualità, in particolare, possono essere le armi per una produzione che sappia sconfiggere la concorrenza estera che ormai ci assedia»

Pin It

Pin It

Alla Sala Roma proiezione-evento del nuovo film di Daniele Luchetti, “Lacci”, del cui cast, insieme a Alba Rohrwacher, Laura Morante, Luigi Lo Cascio e Silvio Orlando, fa parte la giovanissima cittadina di Nocera Inferiore

di Valentina Milite

Giulia De Luca e Simona TortoraÈ stata l’ospite d’onore della proiezione alla Sala Roma di Nocera Inferiore dell’ultimo film di Daniele Luchetti, “Lacci”, scelto per l’apertura del 77° festival internazionale del cinema di Venezia e tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore campano Domenico Starnone.

Pin It

Cerca