fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Conciliare le "grandi abbuffate" di questo periodo con la paura della bilancia si può: basta seguire i consigli facili facili della dottoressa Assunta Siani, biologa nutrizionista
le tavole natalizie sono piene di leccornieNatale è alle porte e il desiderio di lasciarsi andare a tavola per concedersi liberamente tutte le leccornie e per brindare con gli amici in piazza tra uno stuzzichino e un calice di vino è una tentazione forte a cui è difficile resistere.

Riparte il 16 dicembre l'iniziativa della biologa nutrizionista Assunta Siani e della psicologa psicoterapeuta Valentina Di Mauro che tanto successo ha riscosso lo scorso anno

Valentina Di Mauro e Assunta SianiTorna a Nocera Inferiore, dopo il successo ottenuto lo scorso anno, il corso di Mindful Eating voluto da Assunta Siani e Valentina Di Mauro: biologa nutrizionista la prima; psicologa e psicoterapeuta la seconda.

Sette appuntamenti al Wellness lab di via Fucilari con due professioniste nocerine che trasmetteranno ai loro pazienti i preziosi segreti del Mindful Eating

Partirà il 23 marzo a Nocera Inferiore, come annunciato dalla nostra testata qualche tempo fa, il primo corso di Mindful Eating. A tenerlo due giovani professioniste del territorio: Assunta Siani, biologa nutrizionista, e Valentina Di Mauro, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale.

Abbiamo scovato a tavola una psicologa e una nutrizionista molto conosciute in città, intente a preparare i loro piani di battaglia per l'autunno. Valentina Di Mauro: «Mai andare a cena con una nutrizionista!»
Si approntano novità importanti a Nocera Inferiore per chi ci tiene a tenersi in forma fisica e mentale anche dopo l'estate. Lo abbiamo scoperto mentre in giro per la città eravamo a caccia di notizie.

Il nome varia a seconda della regione nella quale si gustano, ma la ricetta è molto simile ovunque. Il loro sapore inconfondibile le rende le regine del Carnevale

di Maria Barbagallo

Chiacchiere, bugie, frappe, frittole, cenci, lattughe, galani, cròstoli: tanti nomi per un unico dolce. Per la sua preparazione bastano pochi e semplici ingredienti, come farina, burro, uova e zucchero e a seconda delle usanze, per aromatizzare, si aggiunge una componente alcoolica a scelta e dopo averle fritte vengono cosparse da un’abbondante spolverata di zucchero a velo.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca