fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Sequestro da 1 milione 800 mila euro per i due ad opera della Guardia di Finanza di Nocera Inferiore al termine di una indagine coordinata dalla Procura nocerina su un intreccio di fondi e società

Il tribunale di Nocera InferioreBancarotta fraudolenta e malversazione ai danni dello Stato. È con queste accuse che oggi è scattato il sequestro di beni per quasi 1milione 800mila euro di valore ai danni di Fabio Calluori ed NC, il primo liquidatore della fallita società Archi Glass Service srl di San Severino ed il secondo socio e di fatto amministratore dell’azienda.

L’operazione è stata eseguita a seguito di una indagine coordinata dal Sostituto Procuratore Angelo Rubanò e condotta dalla Sezione di Polizia Giudiziaria delle Fiamme Gialle che opera presso la Procura della Repubblica di Nocera Inferiore.
I due sono industriali di Salerno attivi nel settore edile e nella gestione di strutture ricettive attraverso la società fallita ma anche attraverso la Faro Srl, la Frama Srl e la Fodesa Srl (proprietaria dell'hotel dei Principati a Salerno - Baronissi – Fisciano). Questo hotel, riconducibile inizialmente alla famiglia Forino, sul cui suolo fu edificata la struttura alberghiera amministrata dagli indagati, fu protagonista di indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno. gdf auto pattugliaMalgrado le dichiarazioni rese dai collaboratori di Giustizia Antonio e Rosario Forte e i riscontri che furono rinvenuti, non si potette procedere per motivi legati alla prescrizione dei reati commessi. Le indagini hanno permesso di accertare come la fallita società fosse stata destinataria di un contributo ministeriale complessivo di oltre 1milione 800mila euro per un progetto da realizzarsi in collaborazione con un dipartimento universitario. I due – secondo le Fiamme Gialle – hanno sottratto fondi alla società in liquidazione fallimentare, versando somme sui conti delle altre società da loro controllate. Oltre al denaro sono stati sottratti anche beni materiali ed attrezzature per un valore di circa 1 milione 800mila euro.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca