fbpx

Cava de’Tirreni fa registrare il maggior numero di casi, seguono le due Nocera e Salerno. Male anche Castel San Giorgio, Sant’Egidio e Angri

VAlerioGli effetti di assembramenti e “tavolate abusive” nei giorni di Pasqua e Pasquetta cominciano ad emergere dai dati relativi al numero dei contagi da Covid, pubblicati quotidianamente dall’Unità di Crisi della Campania.

Il bollettino odierno, riportato dai colleghi di Telenuova, riferisce di ben 37 nuovi contagi a Cava de’Tirreni, la città più colpita tra Agro e Valle Metelliana, anche più di Salerno (20). Male anche Nocera Inferiore (24), Angri, Castel San Giorgio, Sant’Egidio del Monte Albino (13) e Nocera Superiore (10). Situazione relativamente tranquilla in comuni sotto la lente di ingrandimento nei giorni scorsi come Scafati (7) e Sarno (3), dove per decisione del sindaco Giuseppe Canfora gli istituti scolastici di ogni ordine e grado resteranno comunque chiusi fino al 16 aprile. Proprio la ripresa della didattica in presenza per le scuole dell’infanzia, le primarie e le prime classi della secondaria di primo grado potrebbero provocare un ulteriore aumento dei positivi. Al momento, stando alle comunicazioni che arrivano direttamente dai sindaci, la situazione sembra sotto controllo ed eventuali focolai sono stati immediatamente individuati ed isolati.