fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

La vittima caricata su un suv e minacciata con una mazza da baseball: l'autore è stato tradotto in carcere dalla Polizia di Stato, al termine delle indagini coordinate dalla Procura
Aveva sequestrato nel giugno scorso un giovane per sottrargli il cellulare e per estorcere alla famiglia un "riscatto" da 1400 Euro il pregiudicato salernitano F.M., classe 1990, arrestato questa mattina dagli agenti della Polizia di Stato.

L'ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dall'Autorità Giudiziaria a seguito delle indagini svolte dalla Squadra Mobile della Questura di Salerno.
Questi i fatti nel dettaglio: F.M., con l'aiuto di un complice, la sera del 5 giugno 2020 avevaIn particolare, nella sera del 5 giugno aveva aggredito un diciottenne, caricandolo a bordo del proprio SUV e conducendolo presso la propria abitazione, ponendo in atto un sequestro di persona a scopo di estorsione.
Il diciottenne veniva percosso ripetutamente con una mazza da baseball e costretto a consegnare il proprio telefono cellulare Apple IPhone nonché, sotto minaccia di un coltello, la somma di 1.400 euro tramite i propri familiari.
Ad aggiungere benzina sul fuoco anche l'accusa di evasione, "conquistata" dal pregiudicato per essere uscito di casa mentre si trovava ai domiciliari. Ora mediterà nel carcere di Fuorni.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca