Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

 

Lo studioso della storia delle religioni, esperto di lingua ebraica, era stato incaricato dalle Edizioni San Paolo di tradurre il Libro dei libri dall’ebraico all’italiano

di  Eberardo Palmentieri

"Ohibò, non mi ci ritrovo più". Sarà stato questo il pensiero che Mauro Biglino, noto studioso di storia delle religioni ed esperto in lingua ebraica, avrà formulato ad un certo momento del suo lavoro di traduzione della Bibbia dall'ebraico. Incarico che, per inteso, non aveva ricevuto da uno qualunque ma dalla casa editrice "Edizioni San Paolo", la più importante in Italia per la produzione di testi sacri e legata a doppio filo con il Vaticano.

Noto in tutto il mondo per essere il luogo in cui Hanna e Barbera hanno ambientato la vita degli orsi Yoghi e Bubu, nasconde nel sottosuolo quello che ormai è stato stimato come il più grande vulcano del mondo. Una sua violenta eruzione modificherebbe totalmente la Terra come la conosciamo. L'ultimo ruggito ben 700mila anni fa

E' grande quasi tre volte la grandezza stimata fino ad oggi il più grande vulcano del pianeta, nascosto sotto il rassicurante e bellissimo parco nazionale di Yellowstone, negli Stati Uniti e più precisamente nel Wyoming.

In che termini si pongono le varie fedi della Terra nei confronti dell'ipotesi dell'esistenza di esseri provenienti da altri mondi e in particolare della loro eventuale presenza tra noi sotto forma di Ufo?

di Alfredo Lissoni (*)

Qual è la posizione delle grandi religioni, nei confronti del fenomeno Ufo? Il primo aspetto che balza agli occhi è che i più disposti a credere in un universo abitato sono i seguaci delle "religioni non rivelate": buddhisti e induisti (che credono in un universo pullulante di vita e vecchio di miliardi e miliardi di anni); diversa la posizione tra i credenti delle "religioni rivelate" (nelle quali, cioè, Dio ha dato una precisa Legge agli uomini): ebraismo, cristianesimo e Islam.

Nuovo allarme si diffonde sulla rete circa un impatto che dovrebbe avvenire tra il 15 ed il 28 settembre con un grosso corpo celeste. E questa volta, contro le proprie abitudini, interviene a smentire anche la Nasa

Si sa, su internet non mancano mai le voci di un possibile disastro di dimensioni cosmiche tale da mettere fine alla vita umana sulla Terra.
Tuttavia, la Nasa raramente interviene ufficialmente per smentire voci incontrollate su possibili minacce cosmiche.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino