fbpx

Big G introduce una grande innovazione per tutti i suoi utenti, confermandosi ancora una volta il leader del settore. Un servizio di indubbia comodità

di Francesca Melody Tebano

Pensate a quante volte ci è capitato di dover inviare o ricevere numerosi documenti in pdf via mail, ma essendo troppo pesanti non siamo riusciti nel nostro intento, perché il limite degli allegati veniva superato.

O magari avevamo deciso di farci inviare privatamente le foto delle vacanze dai nostri amici, ma pesavano diversi megabyte e dovevamo trovare un altro escamotage per poter riceverle.
Bene, le cose sono cambiate dal 1 marzo 2017, perché Google permette, solo per ora, di ricevere ben 50mb di contenuti in allegato per quanto riguarda il servizio Gmail, superando in tutti sensi i suoi limiti.
Fino a oggi, il paletto era la metà, ovvero 25mb (che rimane ancora per i file inviati), ma era possibile utilizzare altri strumenti, per riuscire in questo intento. Il più famoso è sicuramente Google Drive, ma anche Dropbox, servizi, chiamati cloud, pensati appositamente per l'archiviazione e la condivisione di documenti di grandi dimensioni via mail.
Prestate attenzione, però, Gmail ha comunque ancora un ulteriore limite, quello di archiviazione, per cui, chi possiede la casella di posta elettronica molto piena, deve considerare anche questa variabile, prima di farsi mandare messaggi con allegati da 50 mega, perché altrimenti non riceverà nulla.