fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Mancano pochi giorni all'approvazione del nuovo decreto per limitare il bullismo in Rete. Dallo scorso 27 luglio il testo è stato completamente stravolto. Tantissime le perplessità

di Francesca Melody Tebano

Il 13 settembre è il giorno fissato dalla Camera dei Deputati per votare la nuova legge in materia di cyberbullismo. Fortemente voluta dalla senatrice del Pd, Elena Ferrara, dopo la morte di Carolina Picchio, la giovane ragazza che si tolse la vita a causa della diffusione di un video su Facebook, in cui veniva violentata da sei ragazzi.

Dal 26 settembre, grazie a Peter Sloan, volto noto per le tante iniziative già realizzate, una full immersion di 15 giorni che insegnerà alla community i rudimenti della lingua di Shakespeare

di Anna De Rosa


Nasce su Facebook il primo corso gratuito che aiuta a imparare o migliorare la lingua inglese. Inglese social è un nuovo progetto che ci aiuterà ad affinare la nostra conoscenza dell’ inglese a partire dal 26 settembre, ogni giorno, dal lunedì alla domenica.

Il 12% di tutti i siti del mondo sono dedicati ad argomenti XXX. Oltre 300 milioni di persone li frequentano quotidianamente. E a Nocera Superiore resta attivo quello che sembra l'unico cinema a luci rosse della provincia di Salerno

di Al Cresce

Per il 75% restano uomini i visitatori degli oltre 30 milioni di siti porno che esistono al mondo, e li frequentano quotidianamente. Ma le donne, secondo le ultime indagini, sono in costante aumento. Resta infatti uno dei settori con un maggior reddito al mondo quello dei materiali a luci rosse.

Il 23 agosto del 1991 furono aperte al pubblico le pagine dell'istituzione ginevrina. Solo testo verde su sfondo nero e link funzionanti a numeri

di Gigi Di Mauro

Sono passati solo 25 anni da quando il Cern di Ginevra mise online le prime pagine web della storia, all'indirizzo info.cern.ch. Il sito funziona ancora oggi, e arrivando sull'home page è possibile scegliere la modalità di navigazione che riproduce esattamente quella del 1991: poche righe di testo verde su sfondo nero, come i monitor di allora.

Sono sempre più le vittime di incidenti causati da persone distratte dall'uso dei social, anche durante la guida. E le cuffie ad alto volume non sono da meno

Smartphone e incidenti: un binomio che purtroppo è sempre più consolidato. Morire in auto perché si sta rispondendo ad un messaggio su Whatsapp, o finire sotto un treno perchè - distratti dalla chat a cui si sta partecipando - non ci si avvede del suo arrivo sono fatti di cronaca che leggiamo sempre più spesso sui quotidiani.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca