Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Il colosso dell’e-commerce ha fatto richiesta di brevetto per un dispositivo capace di mostrare il proprio doppio mentre prova dei capi in ambienti simulati. Pronti a recitare "Specchio specchio delle mie brame"?

di Alina D'Aniello

Quante volte l’acquisto di un capo d’abbigliamento online è stato frenato dall’impossibilità di indossarlo e provarlo? Ebbene, Amazon, dopo aver inserito l’opzione della “prova d’acquisto” per i suoi clienti, ha fatto richiesta per brevettare un camerino digitale.
Attraverso una sovrapposizione digitale, ottenibile con fotocamere e proiettori, sarà possibile vedere il proprio doppio con indosso il capo in questione. Inoltre, grazie alla stessa tecnologia, lo stesso indumento potrà essere inserito in una location virtuale.

Dai robot postini alle pillole digitali, dalla retina artificiale al casco al grafene, fino agli occhiali elettronici per i non vedenti. Tutto quello che non ci aspettavamo di avere e che ci migliora la vita

di Francesca Melody Tebano

Fra pochi giorni festeggeremo l'ultimo giorno del 2017. Tiriamo, quindi, le somme e vediamo la classifica dei 5 prodotti, gadget e dispositivi più innovativi di quest'anno.

Il robot postino
Si chiama Your Autonomous Pony Express, o più semplicemente Yape.

Il soft computing e i sistemi AI, entro la fine della prossima estate, saranno i capisaldi dei sistemi di sicurezza in aeroporti e stazioni. Ecco come sarà possibile individuare i malintenzionati

di Alina D'Aniello

Il principale aeroporto degli Emirati Arabi sarà la prima aerostazione a pilotare il progetto pioneristico, basato sull’impiego dell’intelligenza artificiale nella sicurezza dei luoghi pubblici. Uno dei vantaggi dei nuovi sistemi AI sarà la velocità del controllo: esso, infatti, sarà realizzato all’interno di un tunnel.

Le applicazioni di messaggistica spesso rallentano i dispositivi molto più di quanto pensiamo, vediamo come evitare che ciò accada utilizzando i "trucchi del mestiere"

di Nicola Solino

Dalla loro comparsa, gli smartphone hanno rivestito ruoli sempre più centrali nella vita quotidiana delle persone. Con essi, sono giunte ovviamente le app di messaggistica istantanea, tra cui Whatsapp sicuramente spicca. Uno dei problemi principali legati a questi strumenti è, tuttavia, l’abuso che essi fanno della memoria del dispositivo, rendendolo nel tempo sempre più lento. Non tutto è perduto, però, ed esistono alcuni trucchetti da poter utilizzare per alleggerire il carico e rendere così il cellulare più veloce.

Sale ad 85 il numero delle applicazioni pericolose scovate da Kaspersky all’interno del contenitore di Google, solamente tra ottobre e novembre 2017. I dati personali, richiesti agli utenti per l’accesso a queste applicazioni, venivano registrati e riutilizzati dagli hacker

di Nicola Solino

Non è certo la prima volta che una scoperta simile fa notizia: alcuni mesi fa fu una copia contraffatta di Whatsapp a fare scalpore, ma a quanto pare i tecnici di Google sono caduti in trappola ancora una volta. Lo stratagemma utilizzato dai programmatori di queste app per aggirare i controlli dell’azienda risulterebbe estremamente semplice, ma a quanto pare ugualmente efficace.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
172
Articoli
6370
Visite agli articoli
7936102
« Aprile 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30