fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Un pareggio che serve poco ai molossi per tirarsi fuori dalla zona playout, ma per l’allenatore rossonero con l’abnegazione messa in campo quest’oggi c’è possibilità di venirne fuori

di Nello Vicidomini

Al termine della gara contro il Nardò, conclusasi sul punteggio di parità per 1 a 1, il tecnico della Nocerina Marcello Esposito si è presentato per primo in sala stampa per lasciare le proprie dichiarazioni sulla prestazione dei molossi.

Per classifica e per morale quello di oggi era considerato già uno scontro salvezza, da non perdere per evitare di sprofondare ancora di più nella zona calda; una vittoria, invece, avrebbe permesso ai rossoneri di uscire dalla griglia playout: «La realtà è questa qua, le problematiche sono sempre le stesse. Va detto però che c’è stata un’evoluzione da parte dei ragazzi, perché abbiamo creato tanto e non abbiamo sofferto nulla, a parte nell’occasione del gol. Solo continuando a fare ciò che stiamo facendo possiamo tirarci fuori da questa situazione. Paradossalmente oggi un palo, un rigore dato e poi negato, almeno otto, nove occasioni da gol che la squadra ha prodotto. Ha dato il massimo impegno, ma ovviamente dobbiamo anche badare al risultato». noc nar5Scolavino e De Siena dall’inizio quest’oggi, sostituiti poi da Leone e da Sorgente, in un cambio doppio costretto dalla regola degli under, con quest’ultimo che ha dato una grossa mano in avanti nel finale: «Per me le gare durano novanta minuti, quindi con il senno di poi non è facile prevedere cosa accade a gara in corso. Abbiamo la possibilità di cambiare in questo modo durante l’incontro per stravolgere un po' la situazione». Non ancora chiuso del tutto il calciomercato in entrata, con possibilità di ingaggiare un over in porta per la prossima settimana: «Dobbiamo partire dalla voglia e dall’abnegazione dei ragazzi, che non mollano mai. Dobbiamo prendere di buono questo, poi tutto ciò che verrà dal mercato è una condizione secondaria, non è una priorità, badiamo a ciò che abbiamo». Ora calendario difficile per la Nocerina, contro avversarie come Bitonto e Sorrento: «Con questa voglia di fare che ha messo dentro la squadra quest’oggi possiamo fare il nostro percorso e uscire da questa situazione difficile. Ovunque siamo andati abbiamo dimostrato di avere un’identità di squadra e da questo bisogna ripartire. Poi è ovvio che ci sono anche gli episodi nel calcio». danna noc narSuccessivamente, per la Nocerina, in sala stampa si è presentato anche Emanuele D’Anna, autore di una prestazione eccellente condita dal bel gol di testa: «Fare un’ottima prestazione è un motivo d’orgoglio, ma l’obiettivo era fare i tre punti quindi ho un po' di rammarico per questo. La situazione è un po' paradossale, ma dobbiamo fare punti per toglierci da lì giù. Poi ci va anche male come oggi, la sfortuna ci ha girato le spalle in questo momento. Ma con il lavoro quotidiano, senza mollare, si lavora anche sulla fortuna. Ci dispiace per i nostri tifosi, per Giovanni (Cavallaro, ndr), per mister Esposito e per Maiorino che è molto mortificato per questa situazione. Dobbiamo uscirne prima possibile».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca