fbpx
Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Allo stadio “San Ciro” Viscido riconferma la formazione di domenica scorsa. Gara molto equilibrata e con pochissime occasioni da entrambe le parti. Continua per i molossi la striscia di risultati utili consecutivi

 

di Nello Vicidomini

Termina 0-0 allo stadio “San Ciro” il derby tra Portici e Nocerina, gara valida per l’ottava giornata del girone I di Serie D. Su un terreno di gioco reso viscido dalla pioggia, i molossi scendono in campo con l’ormai classico 3-5-2: Feola in porta; Vuolo, Caso e Salto in difesa; Pecora, Ruggiero e Cardone a centrocampo con Odierna e Festa esterni; Simonetti e Giorgio in avanti.

Il tecnico Liguori risponde con il 4-3-3 schierando Marone, Salimbè, Cretella, Sall, Boussaada, Marzano, Nappo, Onda, Felleca, D’Angelo e Sorrentino. Davanti a circa 250 tifosi rossoneri, la Nocerina è subito propositiva. La prima occasione è infatti sui piedi di Simonetti che dalla distanza calcia a lato. La gara, però, nei primi venti minuti dimostra subito di essere all’insegna dell’equilibrio, con le due squadre attente a non scoprirsi e con rare azioni pericolose. Al 25’ sono ancora i molossi a cercare la rete nuovamente con un tiro dalla distanza di Ruggiero. porticio nocerina3Alla mezz’ora il Portici va vicino al vantaggio: Felleca prova a beffare Feola che con un ottimo intervento devia in angolo. Poco dopo tenta anche Sorrentino con una bella conclusione, ma la palla esce a lato. A pochi minuti dall’intervallo Odierna da una parte e Onda dall’altra non sono precisi e il primo tempo termina senza reti. La ripresa inizia con il Portici che cerca di fare la partita. Le due compagini però non riescono a rendersi mai veramente pericolose. Al 48’ la prima azione degna di nota è una acrobazia di Felleca, il cui tiro esce però altissimo. Al 53’ Ruggiero sale in cattedra cercando di replicare su punizione il gol di domenica scorsa: il suo tentativo però è sterile e finisce preda di Marone. La risposta del Portici è affidata a D’Angelo che mette in difficoltà Feola con un tiro dai venticinque metri. La Nocerina cerca allora di portarsi in avanti sui calci piazzati: prima Odierna e poi Salto, entrambi di testa, non riescono a trovare lo specchio della porta. porticio nocerina4Dal 65’ i rossoneri prendono le redini del gioco e si affacciano spesso nell’area avversaria. Al 69’ arriva una ghiotta occasione per Giorgio, il cui tiro esce davvero di poco. Arriva, così, il momento dei primi cambi: Liguori sostituisce D’Angelo e Salimbè per Carrafiello e Romano. Viscido risponde inserendo Orlando per Ruggiero e aumentando il peso offensivo. Al 78’ i padroni di casa protestano per un presunto fallo di mano nell’area della Nocerina. L’arbitro Villa, però, non è dello stesso parere e lascia correre. Il tecnico della Nocerina prova a cambiare ancora: entra De Feo per Odierna. Subito dopo Orlando ha una buona opportunità sui suoi piedi in scivolata, ma il pallone si impenna sopra la traversa. Cambio anche tra le file del Portici: esce Marzano ed entra Vaccaro. Nei sei minuti di recupero sono i biancazzurri a cercare con forza il gol, ma la Nocerina si difende con organizzazione e la gara finisce zero a zero.porticio nocerina2 Rossoneri ancora secondi in classifica, a meno cinque dalla corazzata Bari. Da segnalare la bella presenza di sostenitori molossi che hanno esposto anche uno striscione dedicato a Iovino: “Hai cambiato il nostro destino, grazie Bruno Iovino” (nella foto del reporter ufficiale Antonio D’Acunzi).

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
179
Articoli
7112
Visite agli articoli
9591841
« Novembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30