fbpx

Il presidente della neonata società rossonera sempre più felice dei risultati ottenuti: «Non pensavamo di poter arrivare così in alto, ma dobbiamo continuare sulla strada del lavoro e del sacrificio»

di Domenico Pessolano

Non si ferma più il Città di Nocera, vittorioso anche nell'ultima gara allo stadio “San Francesco” nella prima sfida della fase nazionale della Coppa Italia d’Eccellenza. Questa volta a lasciarci le penne è stato il Vultur, squadra vincitrice della Coppa Basilicata e inserita nel mini girone con il Gravina e proprio con i rossoneri. A decidere il match ci hanno pensato Majella e Vitolo nella ripresa, mandando la tribuna dello stadio in totale visibilio.


E’ in preda all’entusiasmo anche il presidente Nicola Padovano, soddisfatto e orgoglioso del Città di Nocera, squadra che rappresenta da circa otto mesi: «Innanzitutto tengo a complimentarmi con i calciatori, che prima di tutto sono uomini dediti al lavoro e al sacrificio sia durante le partite che nel corso delle sedute di allenamento. Sono soprattutto loro gli artefici di questa grande scalata che stiamo compiendo. Ad ora l’importante per noi e per tutti e il non perdersi per la strada, siamo in un momento decisivo». Inoltre, da parte del presidente rossonero arriva anche un grande plauso ai tifosi, sempre più coinvolti nel progetto di rinascita del calcio nelle due Nocera: «Riservo un “grazie” infinito a tutti i nostri sostenitori, che hanno fin dal rimo momento creduto nella nostra programmazione. Siamo una società giovane, seria e piena di obiettivi».