fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

La squadra di Maiuri supera due a zero l’ottima Vultur di giornata grazie alle reti di Majella e Vitolo e si prepara nel migliore dei modi al secondo e decisivo match con il Gravina

di Valerio D'Amico

Inizia con il piede giusto la fase nazionale della coppa Italia per il Città di Nocera, che batte due a zero la Vultur, grazie alle reti siglate nel secondo tempo da Majella e Vitolo.
Scelte di formazione quasi obbligate per Maiuri, che deve rinunciare agli infortunati Ruscio e De Liguori e agli squalificati Apparenza, Ciotti e Di Pietro. In attacco Majella vince il ballottaggio con Marcucci; a centrocampo, al fianco di Aracri, rientra dal primo minuto Lettieri.

L’allenatore del Vultur D’Urso conferma il classico 4-2-3-1, con Brindisi a reggere il peso del reparto offensivo. Nelle prime battute il Città di Nocera non riesce a prendere in mano il pallino del gioco, al cospetto di un avversario aggressivo e ben messo in campo. All’11’ gli ospiti vanno vicini alla rete. Calcio di punizione di Salvia per Scavone che, ben appostato sul secondo palo, viene anticipato da Cuomo al momento di impattare la sfera. Al 14’ i padroni di casa si rendono pericolosi con un colpo di testa di Majella, ben imbeccato da Scibilia, che termina alto. Per registrare un’altra occasione degna di nota dobbiamo attendere il 31’, quando il solito Salvia ci prova dai venticinque metri senza inquadrare lo specchio della porta. È l’ultima emozione dei primi quarantacinque minuti, che si concludono senza recupero.
La ripresa inizia senza variazioni di uomini e schemi. Il Città di Nocera prova a prendere in mano il pallino del gioco sin dai primi minuti, rendendosi pericoloso soprattutto su palla inattiva. Al 12’ i molossi passano in vantaggio. Scibilia salta due avversari sulla sinistra e mette al centro per Majella, che supera Zoppi con un tiro forte e preciso. Nemmeno il tempo di rimettere palla al centro che la Vultur va vicina al pareggio. Brindisi recupera palla sulla trequarti, galoppa verso la porta di Napoli e prova una conclusione respinta di piede dall’estremo difensore rossonero. Scampato il pericolo la squadra di Maiuri si limita a gestire palla, non disdegnando, tuttavia, qualche sortita offensiva. Al 34’ una sponda aerea del neo entrato Marcucci mette Carotenuto nelle condizioni di battere a rete da ottima posizione. La mira non è precisa. Al 43’ il Città di Nocera raddoppia. Marcucci recupera palla approfittando di un errato disimpegno della retroguardia avversaria e serve Carotenuto che offre sul piatto d’argento a Vitolo. Il giovane centrocampista non si lascia pregare e fredda Zoppi con una conclusione che si insacca all’angolino. Nei minuti finali la Vultur resta in nove uomini, per le espulsioni di Vaccaro e Montenegro. Il Città di Nocera, al triplice fischio del direttore di gara, festeggia con i suoi tifosi un successo preziosissimo in vista della seconda e decisiva sfida con il Gravina.

CITTA’ DI NOCERA (4-2-3-1): Napoli 6; Criscuolo 6.5, Cacace 7, Cuomo 7, Gallo 6.5; Lettieri 5.5, Aracri 6; Scibilia 7 (44’st Fonzino sv), Carotenuto 6.5, Vitolo 7; Majella 7 (21’st Marcucci 6.5). A disp. Amabile, Napolitano, Di Massa, Santoro, Buonaiuto. All. Maiuri 7
VULTUR (4-2-3-1): Zoppi 6; Montenegro 5, Toglia 6, Grillo 6.5, Normanno 5.5 (38’st Pietropinto sv); Natiello 6 (40’st Pietragalla sv), Salvia 6.5; Scavone 5.5 Petagine 6 (20’st Vaccaro 5.5), Vaccaro G 5; Brindisi 6. A disp. Imbriano, Camelia, Di Lucchio, Onorati. All. D’Urso 6
ARBITRO: sig. Ancora di Roma 1
MARCATORI: 12’st Majella (CN), 43’st Vitolo (CN)
NOTE: giornata soleggiata. Campo in buone condizioni. Spettatori circa 750. Ammoniti: Scibilia (CN), Scavone (V), Salvia (V): Espulsi: Vaccaro G (V), Montenegro (V) Angoli: 7-5 Recupero: 0’pt; 4’st

 

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca