fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Tempo clemente e strade sgombre grazie alla Polizia municipale hanno consentito di vivere con serenità la manifestazione sportiva, snodatasi lungo dieci chilometri di percorso urbano. Poi il momento dei piccoli con "CorriNocera"

di Pierluigi Faiella

Grande successo per la sedicesima edizione del Memorial Franco De Maio che si è svolto questa mattina a Nocera Inferiore. Verso le nove le strade già erano chiuse al traffico per lasciare spazio agli atleti che hanno corso i dieci chilometri previsti. Anche il tempo è stato clemente, permettendo alla manifestazione di svolgersi regolarmente.

«Abbiamo ricevuto tra le mille e duecento e le mille e quattrocento richieste di iscrizione da tutta la Campania» ha riferito Matteo Di Stasio del comitato organizzativo Circolo Nocerino. «Non abbiamo potuto però accettare più delle ottocento adesioni per questioni logistiche. Oltre a questi ottocento sono presenti anche circa duecento partecipanti delle due società che hanno collaborato all’organizzazione, l’Atletica Isaura Valle dell’Irno e la Polisportiva Folgore Nocera».

«Questa è ormai la sedicesima edizione di questa corsa» ha continuato Di Stasio, «Nonostante le difficoltà per organizzare un evento come questo noi ci siamo sempre ed è sempre un successo»

I corridori sono partiti alle nove e trenta e il primo di loro, Natale Napoli, della Enterprise Sport & Service, ha impiegato poco più di trenta minuti per arrivare all’arrivo. Dopo i grandi però c’è stato spazio anche per i più giovani che si sono confrontati nella CorriNocera, una gara pensata apposta per le categorie giovanili. I ragazzi sono apparsi entusiasti ed emozionati allo stesso tempo per un tipo di manifestazione che non si verifica molto spesso dalle nostre parti. «È una bellissima iniziativa» ha riferito Lidia, madre di una delle ragazze presenti alla partenza, «Un’ottima organizzazione per un evento come questo dedicato ai bambini. Ci vorrebbero molte più occasioni del genere anche per permettere ai nostri bambini di conoscersi e confrontarsi».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca