fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Il 18 marzo alle 12 al san Francesco la cerimonia di intitolazione. Presente il sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, e il presidente di Assostampa Salvatore Campitiello

di Valerio D'Amico

Un riconoscimento a lungo desiderato da giornalisti e appassionati di calcio dell’Agro nocerino-sarnese verrà a breve realizzato: la sala stampa dello stadio “san Francesco” sarà, infatti, intitolata al compianto Giuseppe Di Florio, scrittore, poeta e giornalista, collaboratore tra le altre del “Roma” e del “Corriere dello Sport”, scomparso prematuramente nel 2007.

Alla vigilia della sfida con il Sant’Agnello il super tifoso molosso ci ha trasmesso i ricordi e le sensazioni che il mondo rossonero gli evocano: «Se non sono allo stadio mi sento male, la Nocerina è per me un’essenza di vita»

di Domenico Pessolano

Segue la Nocerina da quasi settant’anni, con una passione mai vista in altri tifosi ed è testimone di partite indimenticabili, che ai più sono note solo grazie agli almanacchi. Gerardo D’Aurelio rappresenta il vero e proprio prototipo del tifoso molosso ideale. Alla vigilia del big match con il Sant’Agnello ci ha concesso una piacevole intervista con il garbo e la simpatia che lo contraddistinguono.

Le molosse, nella quindicesima giornata di campionato, vincono, senza grosse difficoltà, per 9-2 contro la compagine di San Giorgio e Cremano

di Luigi Petrosino

Il Futsal Nuceria infligge un nettissimo 9-2 al Centro Ester nella quindicesima giornata del campionato Figc, la sesta di ritorno, ottenendo la tredicesima vittoria stagionale, la sesta consecutiva. Le rossonere vanno subito all'attacco, andando vicino al vantaggio con Barba, che non riesce a superare il portiere avversario, che in uscita bassa respinge la conclusione, per poi trovare il gol dell'1-0, ancora con Palumbo, brava a tramutare in rete l'assist di Finelli.

Centro Storico sbanca la tendostruttura (50-65). Ospiti dal tiro chirurgico, gialloviola avanti solo 10’. Per i ragazzi di Palomba è il secondo stop interno di fila

di Marco Stile

La Folgore Nocera cade ancora tra le mura amiche. Seconda sconfitta consecutiva in casa per i gialloviola, battuti da un’ottima Avellino, capace di mettere sotto i nocerini per larghissima parte dell’incontro. Buona partenza per i ragazzi di Palomba, che cedono di schianto all’inizio del secondo quarto, cercano di riprendere in mano la contesa ma vengono letteralmente travolti dai canestri dei biancoverdi, decisamente più in palla e, a tratti, capaci di tirare da qualsiasi posizione, pur prendendo atto di diverse azioni difensive della squadra di casa da rivedere: servirebbe più incisività nei rimbalzi e una maggiore attenzione nell’ostacolare i tiri avversari.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca