fbpx
Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Una gara tattica e molto nervosa viene decisa da Temponi e Carotenuto. I molossi mantengono tre punti di vantaggio sugli inseguitori. Meraviglioso lo spettacolo offerto dal pubblico

di Valerio D'Amico

Si conclude uno a uno il big match del girone B di Eccellenza tra Città di Nocera e Sant’Agnello. Gara piuttosto tattica a nervosa decisa dalle reti, a inizio secondo tempo, di Temponi e Carotenuto. Si ferma a dodici la striscia di vittorie consecutive dei molossi.

II difensore rossonero non teme l’avversario: «Per noi è una partita importante come tutte le altre». Un appello ai tifosi: «Che vengano a supportarci in massa in ogni gara, abbiamo bisogno di loro»

di Domenico Pessolano

Mancano mai meno di ventiquattro ore a Città di Nocera-Sant’Agnello, la sfida al vertice che può decidere la stagione. Infatti, allo Stadio “San Francesco” i rossoneri hanno la grandissima opportunità, con una vittoria, di staccare definitivamente i loro avversari in classifica, cacciandoli a -6 dalla vetta e, di fatto, ipotecando la promozione in Serie D. Discorso inverso per i Costieri, che devono necessariamente vincere per poter riaprire i giochi.

Il 18 marzo alle 12 al san Francesco la cerimonia di intitolazione. Presente il sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, e il presidente di Assostampa Salvatore Campitiello

di Valerio D'Amico

Un riconoscimento a lungo desiderato da giornalisti e appassionati di calcio dell’Agro nocerino-sarnese verrà a breve realizzato: la sala stampa dello stadio “san Francesco” sarà, infatti, intitolata al compianto Giuseppe Di Florio, scrittore, poeta e giornalista, collaboratore tra le altre del “Roma” e del “Corriere dello Sport”, scomparso prematuramente nel 2007.

Il tecnico molosso sembra intenzionato a varare un inedito 3-4-3 per contrastare al meglio il potenziale offensivo del Sant’Agnello. Tra i pali chance per Amabile. In attacco Santoro in vantaggio su Ciotti

di Valerio D'Amico

Cresce l’attesa in casa Città di Nocera per la super sfida di domani pomeriggio con il Sant’Agnello, che potrebbe risultare decisiva ai fini della promozione in serie D.

Alla vigilia della sfida con il Sant’Agnello il super tifoso molosso ci ha trasmesso i ricordi e le sensazioni che il mondo rossonero gli evocano: «Se non sono allo stadio mi sento male, la Nocerina è per me un’essenza di vita»

di Domenico Pessolano

Segue la Nocerina da quasi settant’anni, con una passione mai vista in altri tifosi ed è testimone di partite indimenticabili, che ai più sono note solo grazie agli almanacchi. Gerardo D’Aurelio rappresenta il vero e proprio prototipo del tifoso molosso ideale. Alla vigilia del big match con il Sant’Agnello ci ha concesso una piacevole intervista con il garbo e la simpatia che lo contraddistinguono.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
180
Articoli
8125
Visite agli articoli
11169607
« Agosto 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31