fbpx

Tantissimi i post di protesta di genitori che lamentano le temperature glaciali all'interno degli istituti. Non sono stati pochi quelli che sono andati a riprendersi i pargoli

Protestano rumorosamente i genitori di Nocera Inferiore: troppo fredde le classi in questi giorni. Malgrado i controlli avviati dal primo cittadino, Manlio Torquato, sono in molti infatti i papà e mamme di Nocera Inferiore che alzano la voce contro il freddo intenso che in anche oggi ha visto i bambini dover restare a scuola con coperte e cappotti.

«In classe con i cappotti, bimbi di scuola elementare: è uno schifo!», tuona Rita Confessore dal suo profilo facebook, e sul profilo del sindaco si scatena una vera e propria ribellione. Rosa Savarese scrive: «Il sindaco ha fatto fare le verifiche ai riscaldamenti delle scuole, ma non si sa quale scuola funziona. Al liceo artistico Galizia si gela, poi non so», e Rita Veneziano fa eco: «Ha fatto le verifiche, ma i riscaldamenti non riescono a riscaldare adeguatamente le scuole a causa delle temperature rigide...quindi caro sindaco prenda provvedimenti. Oggi i bimbi hanno avuto freddo».
Gianprisco Della Porta: «All'alberghiero i termosifoni li hanno accesi, ma con tutto che erano accesi si gelava». La situazione non sembra affatto essere stata rosea. Di bambini tornati a casa infreddoliti e doloranti, altri costretti a indossare perfino il cappello e qualcuno una copertina di ciniglia oggi son piene le pagine dei social. Possibile che i tecnici addetti alle verifiche non abbiano valutato bene questi disagi?
Intanto domani le scuole funzioneranno. In che condizioni di agibilità rispetto alle temperature non è dato saperlo.