fbpx

Da questa settimana inizia un progetto del Centro Sportivo Italiano: trenta ore di tirocinio con due tutor, che mirano a coinvolgere gli studenti ai valori dello sport

di Marco Stile

Imparare ciò che sta alla base di ogni attività sportiva è un requisito fondamentale per gli atleti e i dirigenti del futuro. Da questa settimana è partita l’alternanza scuola-lavoro del Centro Sportivo Italiano.

Il progetto consiste in trenta ore di tirocinio, e mira a insegnare agli studenti i valori dello sport e a offrir loro un modo per fare attività fisica, a fini didattici e ricreativi.
Il tirocinio si tiene presso la sede del Centro del CSI, relativamente alla zona di Nocera-Pagani-Sarno, e conta già alcuni studenti delle scuole superiori di secondo grado. A coordinare le attività, che si svolgeranno dalle 16 alle 19, sono la professoressa Adriana Grimaldi, in qualità di tutor scolastico, e Ciro Stanzione, fiduciario CONI per Nocera Inferiore e delegato del CSI alla suddetta zona di competenza.
L’obiettivo è quello di trasmettere ai ragazzi, grazie alla competenza e all’esperienza dei tutor, i principi fondamentali della cultura sportiva, al fine di formare i dirigenti sportivi di domani e conoscere le regole delle varie discipline attraverso la scuola.