fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Federfarma Salerno ha organizzato corsi di formazione per rispondere alle esigenze dei pazienti oncologici. Relatori operano nell’Asl Salerno, Ruggi d’Aragona e Dipartimento di Farmacia dell’Unisa

Un paziente oncologicoLa farmacia conferma sempre di più il suo stretto rapporto con il territorio ed i cittadini grazie alla sua capillarità. Il nuovo fronte che si apre in provincia di Salerno è quello dell’oncologia, patologie che hanno un forte impatto con l’opinione pubblica. Federfarma Salerno ha organizzato dei corsi di formazione per i propri iscritti sul tema “Oncologia per farmacisti”.

Il primo appuntamento è per sabato 25 gennaio. Gli argomenti trattati consentiranno al farmacista di fornire indicazioni al cittadino in quanto fondamentale punto di snodo per la gestione del paziente nella cooperazione tra ospedale e territorio. Il piano di formazione è stato strutturato in maniera tale che i farmacisti, acquisendo maggiori conoscenze scientifiche e normative nell’ambito oncologico, per quanto di competenza, possano essere riferimento, sul territorio, per il paziente nel percorso terapeutico.
Il responsabile scientifico del corso è il dottore Alfonso Maria D’Arco, primario emerito del Unità Operativa di Oncoematologia del Polo Oncologico di Pagani.
«Ho accettato con entusiasmo l’invito di Federfarma Salerno – ha sottolineato D’Arco – perché ritengo che il farmacista sia il più immediato riferimento per il malato oncologico. Alcune volte il paziente si trova da solo anche per questioni banali di vita quotidiana e può trovare nel farmacista un professionista a cui chiedere informazioni, ad esempio, sugli effetti collaterali dei farmaci. L’iniziativa di Federfarma Salerno è estremamente civile».
«Federfarma Salerno – ha dichiarato il presidente Dario Pandolfi - ha ritenuto di dar vita ad un percorso formativo su una patologia estremamente delicata per aumentare la valenza e il valore professionale del farmacista, che potrà essere maggiormente vicino, nell'ambito delle proprie competenze professionali, al paziente oncologico. Inoltre si è deciso, in accordo con il direttore scientifico del corso, il dottore D’Arco, che i relatori siano tutti professionisti (farmacisti, medici e docenti universitari) che esplicano la propria attività professionale nell'ambito salernitano a testimonianza dei valori del territorio. Infatti i relatori operano nelle strutture dell’Asl Salerno e dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Ruggi d’Aragona e al Dipartimento di Farmacia dell’Università degli Studi di Salerno».
Sono cinque i moduli didattici, “Oncologia e strategie”; “Terapia del dolore”; “Gestione eventi avversi”; “Diagnosi precoce e gestione emotiva”; Prescrizioni farmaceutiche”. L’evento è realizzato con il patrocinio dell’Ordine dei farmacisti della provincia di Salerno.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca