fbpx
Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

In una paziente con gravidanza gemellare ricostruita una tuba dopo aver asportato la gravidanza, mentre l’altro feto era nell’utero e non è stata compromessa la vitalità di quest’ultimo

Gravidanza a rischio, parto eccezionale al "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona". L'intervento, effettuato dal medico Mario Polichetti (nella foto insieme ai coniugi Luogi Cerzosimo e Maria Bevilacqua) e dal personale dell'ospedale di Salerno, ha riguardato l’asportazione di una gravidanza extrauterina coesistente ad un’altra gravidanza regolarmente in evoluzione nell’utero con asportazione di un tratto di tuba e ricostruzione microchirurgica della stessa senza compromettere la vitalità del feto in utero.

Grazie alla tempestività dei medici, infatti, la signora Maria Bevilacqua, 28enne di Bellizzi, ha poi partorito un bambino e l'unita tuba rimasta è tutt'ora funzionale. Un intervento di una rarità unica nel suo genere, vista la doppia gravidanza spontanea, cioè senza tecnologia di fecondazione. Questo ha permesso al piccolo Santo, che ha raggiunto i 5 mesi di vita, di venire al mondo senza complicazioni. Il tutto per la gioia della madre Maria e del padre, il 33enne Luigi Cerzosimo di Montecorvino Rovella. "Siamo contenti e tutto è andato per il verso giusto", ha spiegato la signora Maria Bevilacqua che, insieme al marito, è residente a Montecorvino Rovella. «Il piccolo Santo cresce bene e dobbiamo dire grazie al dottore Polichetti e a tutto il personale del "Ruggi" che mi ha assistito permettendomi di portare alla luce mio figlio. Non smetterò mai dire grazie a queste persone».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
179
Articoli
7112
Visite agli articoli
9591818
« Novembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30