fbpx

Il consigliere di Forza Italia accusato dall'assessore alle Politiche sociali di aver lanciato il suo sollecito a pagare sapendo che in realtà si stesse provvedendo proprio alle liquidazioni
l'assessore alle politiche sociali Gianfranco TrottaÈ accusato di essersi in qualche modo "voluto far bello" agli occhi dell'opinione pubblica il consigliere comunale Saverio D'Alessio, che ieri aveva segnalato alla stampa che «Un gruppo di famiglie con disabili gravi mi ha segnalato che non percepiscono da molti mesi (quasi sei) gli assegni di cura», sollecitando l'assessore al ramo Gianfranco Trotta a provvedere.

La risposta non si è fatta attendere, e l'avvocato nocerino fa sapere che «Il problema degli assegni di cura è all'attenzione dell'amministrazione e del sottoscritto e si sta procedendo al pagamento delle mensilità spettanti. Tanto è vero che proprio ieri sono andate  in pubblicazione le determine di pagamento delle mensilità di giugno e luglio. Mentre appena alcuni giorni fa era stata messa in  pagamento quella di maggio. Debbo perciò ritenere che il sollecito a pagare da parte del consigliere D'Alessio sia dovuto proprio all'aver appreso della pubblicazione delle stesse. Lavoro cui stavamo attendendo in questi giorni. Ogni sollecitazione propositiva in tale senso, anche se proveniente da un consigliere di opposizione, è sempre ben accetta purché non dia luogo a tentativi di "apparire", magari al di là delle migliori intenzioni, strumentali e fuori luogo».