fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

L'avvocato, consigliere di opposizione, allarmata dalla frase del direttore dei lavori per la riduzione dei rischi alle pendici del monte, e dalle preoccupazioni di cittadini e associazioni

Nuovo preoccupante allarme della consigliera di opposizione Tonia Lanzetta, che questa volta pone al centro dell'attenzione pubblica i lavori per la riduzione del rischio frane e smottamenti alle pendici del Monte Albino.

A mettere in allarme l'avvocato nocerino la frase del direttore dei lavori, il quale avrebbe dichiarato che il cantiere sorge sopra un cumulo di rifiuti che ostacolano la continuazione dei lavori.
Allarmi similari, per la verità, giravano da tempo in rete, tanto che la Lanzetta ricorda anche "le preoccupazioni espresse a più riprese da residenti e associazioni".
«Ho presentato - fa sapere il componente del parlamentino cittadino - un’interrogazione sulla questione, perché dobbiamo essere sicuri sui materiali presenti nell’area, oltre alla bonifica dell'area di cantiere bisogna ampliare l'area di verifica anche alle zone circostanti il cantiere stesso, atteso che l'area è spesso preda di sversamenti selvaggi.
Occorre certezza sul ritrovamento dei rifiuti per adoperarsi nella massima trasparenza e per tutelare la salute dei cittadini».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca