fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Con un comunicato stampa emesso nel primo pomeriggio l'amministrazione Torquato fornisce ai cittadini la notizia della imminente disponibilità delle somme stanziate dalla Regione Campania, fino ad oggi ferme per il contenzioso in atto con Acqua Campania Spa

 

Dopo un iter durato circa due mesi con visite continue, in Regione, presso la direzione generale della Giunta Regionale Campania – settore ambiente ed ecosistema, da parte dell’assessore al settore economico e finanziario, Mario Campitelli e della dirigente dottoressa Bracciale, il Comune di Nocera Inferiore ottiene lo sblocco dei finanziamenti a suo favore con una nota inviata dalla Regione Campania in data 16 dicembre 2013 con protocollo n. 0862050. In effetti il Comune di Nocera Inferiore era stato condannato al pagamento di passività pregresse nei confronti di Acqua Campania S.p.A. per canoni idrici annualità 2006/2008 per un importo di rilevante ammontare, oggetto di vari atti esecutivi, risalenti al periodo di commissariamento del Comune. Inoltre a carico dell’Ente anche somme di interessi e rivalutazione. A seguito di queste morosità la Regione aveva adottato il blocco dei finanziamenti, provvedimento indirizzato a tutti i Comuni morosi nei confronti di Acqua Campania. Dopo lunghe trattative, condotte a termine positivamente dall’assessore Campitelli e dalla dirigente Bracciale, l’importo a debito dell’Ente è stato definito in transazione direttamente con la Regione Campania, ottenendo un risparmio di circa 470.000 euro sull’importo complessivo. Inoltre Acqua Campania s.p.a. ha rinunciato parzialmente alla quota interessi e, per intero, alla rivalutazione ed alle spese legali ed ha convenuto l’estinzione di tutti i procedimenti esecutivi in corso. A seguito di questi accordi, la Regione Campania ha provveduto all’immediato sblocco dei finanziamenti regionali a favore del Comune di Nocera Inferiore

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca