fbpx

Un comunicato stampa del Sel di Nocera Inferiore mette in evidenza situazioni molto scabrose  

Dallo “Schema del piano sanitario nazionale 2011-13” a pagina 102 è possibile leggere quanto di seguito riportato a proposito delle malattie oncologiche:


La prevenzione terziaria (significato: prevenire i tumori che recidivano) previene i decessi curando adeguatamente i tumori recidivanti e, in questo senso, per il progresso della medicina, ed in particolare per il miglioramento delle tecniche diagnostiche, della chirurgia, della chemio e della radioterapia, si è avuto un sempre migliore risultato terapeutico, con riduzione della mortalità; a tale performance si riconduce la differenza tra incidenza e mortalità degli ultimi anni per vari tumori. In tal senso è necessario:
- promuovere la diffusione di percorsi diagnostico terapeutici di gestione integrata come standard di best-practice per la presa in carico del malato, mediante il suo coinvolgimento attivo per la prevenzione delle complicanze e delle recidive;
-  promuovere l'adeguamento tecnologico per l'equo accesso a terapie e metodologie diagnostiche costo-efficacia;
SEL circolo “Immacolata Orlando” esprime il proprio disappunto per l’abbandono dei pazienti bisognosi di radioterapia e sollecita il direttore generale dell’ASL Salerno ad attivarsi affinché venga completato il necessario percorso diagnostico/assistenziale dei malati oncologici, come definisce il PSN, attraverso l’allestimento di un centro di radioterapia che completi il lodevole lavoro svolto dalla U.O.C. di oncoematologia dell’ospedale di Pagani.