fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

«Rammaricato per l’astensione, Salvini eviti le citazioni infelici che nascondono gravi pregiudizi. La nostra storia si fonda su libertà, ideali autentici e umanità»                        
il parlamentare di Forza Italia Gigi CascielloNon ci sta l'onorevole Gigi Casciello (Forza Italia) all'astensione sulla mozione Segre ed alle dichiarazioni di Salvini, ed, anche in contrasto con la posizione assunta del suo stesso partito, si lancia in uno sfogo:

Il primo cittadino di Nocera Inferiore: «Avanzerò perciò la sua stessa richiesta al presidente del Consiglio comunale che è competente a farlo, senza disturbare il Prefetto»
Manlio TorquatoNon si è fatta attendere la risposta del sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, all'accorato sollecito del consigliere comunale Tonia Lanzetta che lamentava la mancata discussione da marzo delle sue interrogazioni e interpellanze.

L'assessore alle politiche sociali Gianfranco Trotta si dice stanco degli attacchi di Gennaro Della Mura, che definisce pretestuosi, e ne chiede senza esitazioni "la testa"
Gianfranco Trotta"Fuoco amico" nell'amministrazione guidata da Manlio Torquato. Ad essere destinatario di severe critiche da parte del consigliere comunale Gennaro Della Mura è l'assessore alle politiche sociali Gianfranco Trotta, che parte al contrattacco e chiede la testa del consigliere:

La consigliera comunale di opposizione si rivolge al Prefetto di Salerno per segnalare che da marzo non si discutono le interrogazioni né c’è question time: «Mortificato il confronto democratico»

Tonia Lanzetta - Manlio TorquatoSi appella al Prefetto di Salerno la consigliera comunale di opposizione Tonia Lanzetta. Il motivo? La non trattazione di tutte le interrogazioni inoltrate all’amministrazione Torquato dal marzo 2019.

L’onorevole Gigi Casciello (Forza Italia): «Presenterò un’interrogazione parlamentare a tutela dei candidati». La vicenda riguarda una sovrapposizione di date per due occasioni occupazionali

il parlamentare di Forza Italia Gigi Casciello«È inaccettabile che i candidati iscrittisi a due concorsi pubblici al via a novembre, uno per il Ministero dell’Interno da segretario comunale e provinciale, l’altro per il Ministero della Giustizia da funzionario giudiziario, siano costretti a sceglierne uno soltanto, dopo aver pagato il bollettino previsto per la partecipazione, perché le prove preselettive sono state fissate in contemporanea». Lo afferma l’onorevole Gigi Casciello, deputato di Forza Italia.
«Mi attiverò immediatamente per presentare un’interrogazione parlamentare a tutela dei candidati, per evitare che quest’assurda decisione possa effettivamente essere attuata - prosegue l’onorevole Casciello - Il vero dramma non è soltanto aver lasciato iscrivere, e pagare, cittadini laureati che legittimamente aspiravano a entrambi i bandi, ma anche ignorare le aspettative, lo studio, l’organizzazione, i sacrifici e tutto quello che c’è dietro la partecipazione a un concorso pubblico. Tipico di chi vive lontano anni-luce dalla realtà», conclude il deputato di Forza Italia.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca