fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

All'ex dipendente del Comune assegnate le deleghe alle Politiche per l'infrastrutturazione e la Pianificazione territoriale. Torquato riserva per se Ecologia e ambiente

Si dimette l'assessore Federico Piccolo, delegato ad Ambiente ed ecologia. Ma non c'entra la politica: il professionista ha ottenuto degli incarichi di lavoro che lo porteranno lontano da Nocera Inferiore per un po' di tempo.

Per il consigliere di opposizione è opportuno dare la possibilità a chi lo richiede di risparmiare interessi e sanzioni accessorie. Stretti i tempi, vista la scadenza al 30 giugno

«Bisogna aderire alla rottamazione». A sostenerlo il consigliere comunale di opposizione Tonia Lanzetta, che chiarisce che «È opportuno dare la possibilità a chi lo richiede di "rottamare" i tributi locali, risparmiando interessi e sanzioni accessorie, così come ho già chiesto durante l'ultimo Consiglio Comunale.

Una carrellata su tutte le opere realizzate durante il suo sindacato, ma anche l'invito ai dipendenti a portare a termine tutte le attività messe in piedi nell'ultimo periodo. E dichiara: «Farò un'opposizione seria»

Ha salutato tutti, chiedendo ai dipendenti di portare a termine le attività messe in campo anche nell’ultimo periodo. Giornata di saluti quella del sindaco uscente Salvatore Bottone.

La denuncia viene dal primo cittadino Alberico Gambino, che ha dato mandato alla struttura comunale di far cessare la situazione, recuperare i canoni e denunciare alla Corte dei Conti l'accaduto

I Comuni di Nocera Inferiore e Pagani "hanno gravemente ed inopportunamente consentito al Consorzio Ortofrutticolo di gestire sine tituto e in forma totalmente gratuita la proprietà pubblica di natura produttiva". Il tutto per gli ultimi tre anni.

Il post ballottaggio regala poche sorprese: Canfora pronto per il bis a Sarno e Salvati trionfa a Scafati. A Pagani Alberico Gambino schiaccia l’uscente Salvatore Bottone

di Fabrizio Manfredonia

Con il turno di ballottaggio di ieri 9 giugno, si delinea la situazione di tre Comuni dell’Agro Nocerino Sarnese che aspettavano il verdetto delle urne: non era bastato infatti il primo turno del 26 maggio per Pagani, Sarno e Scafati.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca