Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Per il segretario provinciale Donato Salvato « Le problematiche di altri territori non possono e non devono influenzare il processo di crescita che con tanta fatica si stava attuando nella Asl Salerno». E l’onorevole a 5 Stelle ne parlerà con il ministro Giulia Grillo

Continua il coro di proteste contro la decisione di trasferire a Napoli il manager dell’Asl Salerno, Antonio Giordano. A levare la loro voce contro il potere del “Re De Luca” sono Donato Salvato, segretario generale della Uil Federazione poteri locali di Salerno, e l’onorevole Virginia Villani del Movimento 5 Stelle.

Il pediatra nocerino interviene sul cambio di nome proposto dagli amministratori del Comune vicino e sottolinea: «abbiamo bisogno di unirci in una visione di ottimizzazione di ciò che abbiamo»

di Vincenzo Stile

Inferiore? Beh alcuni possono, se vogliono, come è lecito, cambiare e latinizzare il nome del loro paese, se l’aggettivo che lo segue è legato solo all’altitudine e sottolineare la vocazione archeologica del loro Comune. A quel punto non ci resta altro da fare che togliere l’aggettivo ‘inferiore’ dal nome della nostra città ed essere solamente Nocera!

Incontro ieri a Palazzo San Carlo per fare il punto sul ripristino di una struttura che è chiusa ormai dal 2016. Approvato un progetto per il suo ripristino da 3.200mila euro. L'onorevole Villani: «mi farò portavoce nella Commissione Cultura della Camera dei Deputati della sua importanza»

Si avvia forse verso una soluzione positiva l'imbarazzante faccenda del plesso Manzoni di Pagani, chiuso ormai da due anni provocando disagi enormi a bambini e cittadini paganesi?

Con l’entusiasmo della maggioranza per quanto fatto, passa il consuntivo 2017. Le opposizioni: «Lodevoli le attività svolte dagli assessori ma resta una amministrazione contabile commissariale»

di Fabrizio Manfredonia

È stato approvato stamane, in Consiglio comunale, il rendiconto di gestione del 2017. L’approvazione è stata accompagnata dalle polemiche delle minoranze che hanno manifestato, a più riprese, lo scetticismo per una gestione ancora una volta “commissariale”, come l’ha definita  Pasquale D’Acunzi, consigliere di minoranza.

Gli attivisti: «Il Lungomare si conferma espressione di una comunità antirazzista e multiculturale che si contrappone alla narrazione di qualche politico locale per cui sarebbe un luogo caratterizzato da spaccio e malavita»

Più di cento persone, da diverse organizzazioni e collettivi, hanno partecipato al lungomare di Salerno, al presidio organizzato da Potere al Popolo per ricordare Soumaila Sacko, bracciante e sindacalista USB, ucciso perché cercava lamiere per costruirsi un riparo di fortuna a Gioia Tauro.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
174
Articoli
6582
Visite agli articoli
8428727
« Giugno 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30