Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Tra copia e incolla dimenticando di cambiare il nome dell'Ente e scivoloni paurosi sulla grammatica e sulla sintassi al Municipio collezionano figure infelici!

Un nuovo capolavoro nelle produzioni letterarie del Comune di Nocera Inferiore va ad arricchire un elenco già vasto di svarioni che non rende certo onore al personale dell'Ente amministrato dall'avvocato Manlio Torquato.

La signora Pina, già docente di chimica al liceo ginnasio Giambattista Vico, ci ha lasciato ieri. Il ricordo personale di Annamaria Barbato Ricci

trezza pinaCi sono persone preziose che, pur non facendo parte della nostra famiglia, paiono possedere con uno di noi delle misteriose affinità elettive. Persone con le quali basta uno sguardo per intendersi. La signora Pina Cuomo Trezza ha svolto questo ruolo nella mia esistenza: oggi che non c’è più, essendosi conclusa in maniera repentina la sua lunga vita, ricca di soddisfazioni e di vittoriose ‘battaglie’, per me è come se si fosse spenta una fiammella di speranza, un rapporto fecondo di dialogo intellettivo. Perché, al di fuori dello stretto giro familiare e sentimentale, in questi ultimi 30 anni, è Lei che ha rappresentato uno dei miei vincoli affettivi con Nocera Inferiore.

Fabio Bergamo ha ideato una serie di possibili miglioramenti ai segnali e alle regole di sicurezza stradale che son piaciute al Ministero egli onorevoli Russo e Colletti

Uno scrittore che elabora proposte per innalzare la sicurezza stradale, ed arriva perfino in Parlamento. Fabio Bergamo, scrittore campano 45enne, sembra essere riuscito ad essere più produttivo dei tecnici del Ministero dei Trasporti: le sue proposte, dopo essere state apprezzate dallo stesso Ministero, dall’ASAPS (Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale) e  dal Comando generale dell’ Arma dei Carabinieri, sono giunte all’esame della Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati.

Charles Bukowski scrisse su questa ricorrenza: “È Natale da fine ottobre. Le lucette si accendono sempre prima, mentre le persone sono sempre più intermittenti”  

di Rosalba Canfora

I bambini sono sempre molto curiosi e fanno tante domande per cercare di capire quanto più possibile le cose che gli girano intorno. Ricordo che, da bambina, in questo periodo, io ero affascinata dall'effetto “movimento” delle luci di Natale quando le guardi da lontano.

La ragazza, sfidando una cultura pluricentenaria, ebbe il coraggio di opporsi al suo violentatore che poi voleva sposarla. Rappresentò una pietra miliare dell’emancipazione della donna in Italia

di Anna Vittoria Fattore

viola franca1"Chista è chidda che scaccerà la testa a vossia!", così gli scagnozzi di Filippo Melodia, nipote del mafioso Vincenzo Rimi, minacciarono con una pistola Bernardo, padre di Franca Viola, prima donna italiana a rifiutare il matrimonio riparatore. Tutto ebbe inizio il 26 dicembre 1965 quando Franca dopo numerosi rifiuti alla richiesta di Filippo di tornare insieme, venne rapita e portata in un casolare non troppo distante da Alcamo, piccola città siciliana di provincia.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
173
Articoli
6480
Visite agli articoli
8165255
« Maggio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31