fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

“Il Signore Dio prese l'uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse ... Gli soffiò nelle narici un alito vitale e l'uomo diventò una creatura vivente Gen 2,4-9.15-17”

dottor Alfonso Schiavo
pneumologo

Il respiro è sempre stato un elemento collegato con la vita e nello stesso tempo è l’elemento che meno viene “misurato” nella pratica medica; tantomeno la cultura popolare ha mai posto la giusta attenzione sull’argomento.

A ricordarla Francesco Virtuoso, nostro collaboratore e all'epoca compagno di classe della figlia del giudice Alfonso, che rimase ferito nell'attentato
Sono passati trentacinque lunghi anni da quel tragico sabato. Era il 29 maggio del 1982, frequentavo la seconda classe, sezione “A”, della scuola media “Balzico” di Cava de’ Tirreni e mai avrei lontanamente immaginato, in quella giovanissima età, che mi sarei trovato di fronte ad un evento che avrebbe inciso in modo permanente la mia mente e il mio cuore.

Linee di finanziamento dedicate per internazionalizzare le piccole e medie imprese territoriali rilanciando l’economia locale

Siglato ieri, lunedì 29 maggio, un importante accordo tra Confindustria Salerno e la Bcc di Aquara al fine di sostenere e dare impulso alle piccole e medie imprese territoriali. Il protocollo, sottoscritto presso il Palazzo della Confederazione sito in Via Madonna di Fatima, ha visto la firma del Presidente di Confindustria Salerno Andrea Prete e del Direttore Generale della Bcc di Aquara Antonio Marino.

Si parla e si scrive peggio di come si mangia: “orrori” grammaticali frequenti, il congiuntivo è solo un lontano ricordo, le citazioni greco-latino ormai defunte, ma vengono introdotti sempre più inglesismi

di Francesca Melody Tebano

Numerosi fattori, tra cui le nuove tecnologie, migrazioni e contaminazioni hanno impoverito la lingua italiana.  Secondo Claudio Marazzini, presidente dell’Accademia della Crusca e professore di Storia della lingua italiana all’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” a Vercelli nel 2050 parleremo un italiano meno colto, semplificato, fitto di inglesismi e americanismi.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca