Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

La docente di lettere: «Chi ritiene che il Liceo “Vico” sia oggi un “contenitore dove non si incoraggia ad essere orgogliosi di qualche eccellenza passata”, probabilmente non varca la soglia della scuola da parecchi anni»

di Teresa Staiano
docente di Lettere al Liceo Classico “G.B. Vico”


In queste dolci sere di primavera, di timidi e ancora acerbi tepori, svoltando l’angolo di piazza Municipio verso le esili forme neogotiche della Cappella di Santa Sofia, se la disposizione
d’animo è quella giusta e una particolare congiuntura astrale tiene lontani schiamazzi e motori, accade inaspettatamente di entrare in un’altra dimensione.

L'intervento di "Alma": «Oggi, come tante cose che ci circondano, è diventato un contenitore, dove non si incoraggia ad essere orgogliosi di qualche eccellenza passata»

 

Caro Direttore,

tu lo sai del cordone ombelicale che mi lega al mio amato giornale cittadino: ha letteralmente visto i miei primi vagiti, e non solo letterari, giacché in un ‘Mosconi’ del luglio 1956 fu annunciata coram populo la mia nascita (che peccato non poter indagare in un archivio)!

Nel giorno della festa del protettore dei papà, scopriamo l’origine della famosa espressione partenopea: a pronunciarla per primo il tenore napoletano Nicola Grimaldi

di Rosa Soldani

"Nun sfruculià ‘a mazzarella 'e san Giuseppe!". Nel giorno in cui si festeggia san Giuseppe, protettore dei papà, spesso rappresentato nell’iconografia sacra con il suo bastone - «’a mazzarella», appunto - può tornare alla mente questo famoso detto napoletano del quale conosciamo certamente il significato, ma forse non l’origine.

Gentiloni annuncia manovre per la riduzione della pressione fiscale in primavera o autunno per rilanciare i consumi interni. Ma nel frattempo il debito pubblico continua a crescere

Il capo del Governo Gentiloni a proposito di “pressione fiscale in Italia” ha espresso il suo pensiero in occasione del forum di Confcommercio tenuto a Cernobbio (Como): “Il governo continuerà a lavorare per ridurre la pressione fiscale.

Un ricco commerciante partenopeo non resiste alla crisi economica e perde lavoro, casa e famiglia. Ora è un anonimo clochard che per caso ci racconta le sue vicissitudini

di Chiara Ruggiero

Si chiama Pietro, ed è un clochard. Ma era un ricco negoziante. Andiamo per ordine: è una Napoli semideserta per il freddo quella in cui, mentre percorrevamo la strada per raggiungere la questura Medina, notiamo su una panchina, avvolto in un lungo cappotto bagnato dalla pioggia, un signore di mezza età che tossiva e tremava dal freddo.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
174
Articoli
6568
Visite agli articoli
8397190
« Giugno 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30