fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Lo sfogo amaro del nostro amico e collaboratore che in prima persona racconta i disagi patiti come utente dello sportello “Prenotazioni e Ticket” della struttura cittadina

di Nino Maiorino

Chiariamo subito un concetto: gli utenti di un ospedale, nosocomio o come diavolo vogliamo chiamarlo sono i pazienti, gli ammalati, i bisognosi di cure; quindi persone che soffrono, che hanno bisogno non solo di assistenza fisica e di cure per le loro malattie, ma anche di assistenza morale, di qualche cenno di comprensione, di umana partecipazione, di compenetrazione nelle ambasce del prossimo dolente.

Pubblichiamo il ricordo del terribile giorno che causò lutti e devastazione in Campania e Basilicata nell'interpretazione della professoressa Giuseppina Esposito

Folgorazione di visioni che prendono se chiudi gli occhi  e vai indietro nel tempo. Folgorazioni che si moltiplicano per mille e mille e che rimandano voci,  passi felpati, case sventrate, corpi feriti o smembrati,  bocche aperte al lamento o mute,  zittite nel silenzio di morte,  cumuli di macerie che diventano sepolcri,  braccia incrociate sul petto,  mani ferme e contorte, in terre dove non scorre più ombra di vita.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca