Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Alla fine i nodi della grande frammentazione cui si assiste in questa tornata elettorale cominciano a venire al pettine: qualche aspirante sindaco ha sparato prima di esser certo di avere polveri a sufficienza. E così ora i nove aspiranti sindaci potrebbero ridursi per l'effetto "mancano firme e candidati". Perché, come tutti sappiamo, ogni lista necessita di almeno 250 firme "valide" di cittadini del territorio, e ogni cittadino può firmare a sostegno di una sola lista.  Molti sindaci in pectore sostengono di avere dalla loro almeno due liste (ma alcuni tre e per il sindaco uscente si parla di sei liste), e così già solo per la presentazione andiamo dalle 4500 alle 6000 firme necessarie. Ma bisogna tenersi larghi, raccoglierne almeno 300 a lista, non si sa mai.
In quanto ai candidati consiglieri, a liste complete andremmo da un minimo di 432 aspiranti (due liste a candidato) a un massimo che può arrivare ad oltre 800. Praticamente un candidato a famiglia. E allora, in questi ultimi dieci giorni che precedono la presentazione delle liste potremmo avere più di qualche sorpresa. A destra si parla già di un matrimonio (d'interesse, ma in questa circostanza ci sta tutta) tra l'inossidabile Franco D'Angelo e Pasquale D'Acunzi.  Il populista Mario Stanzione potrebbe avere alla fine una sola lista, così come la candidata di Legalità e  Trasparenza Luisa Gagliardi. Una dovrebbero averne (ma questo è scontato) i 5Stelle di Vincenzo Spinelli, due Alfonso Schiavo che si è ritrovato però senza l'appoggio totale di Sinistra Italiana e senza quello di Mdp che pure sembrava scontato. Tranquillissimi sembrano invece Domenico Fimiani (Noi con Salvini) e Tonia Lanzetta (civica). A quest'ultima si attribuiscono due liste certe e una possibile terza in arrivo. Quanto saranno complete (con 24 candidati) le liste si potrà scoprirlo solo nel giorno della presentazione. Ma i "bene informati" giurano che ci saranno molti vuoti o candidati "prestati" da altre realtà, che rimarranno a zero voti.
A proposito di voti, i sindaci in pectore si saranno fatti bene i loro conti? Alle ultime elezioni comunali hanno votato circa 31mila cittadini sui 38mila600 aventi diritto. Per passare con certezza al ballottaggio saranno necessari almeno 10mila voti. Chi li ha?

Statistiche generali

Utenti
171
Articoli
5839
Visite agli articoli
6987272
« Dicembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31