fbpx
Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Spesso la serenità del matrimonio è messa a dura prova dall’invadenza della madre del proprio consorte. La Suprema Corte corre ai ripari e consente di cacciarla di casa

di Danila Sarno

Care suocere di tutta Italia avete le ore contate: la legge non è più dalla vostra parte!
È risaputo che chiunque, fidanzato o sposato, prima o poi dovrà affrontare un temuto nemico: la suocera. Lo scontro con la madre del proprio partner è quasi sempre inevitabile e non è una coincidenza che, in base alle statistiche, una considerevole percentuale di divorzi sia provocata proprio dall’intrusione dei suoceri nella relazione matrimoniale dei figli.

Cresce il numero di distributori indipendenti, e con essi il numero di irregolarità nell'erogazione del carburante. Tra i trucchi più diffusi il taroccare le quantità e l'aggiunta di acqua. Ora più tutele per l'automobilista

E' crescente il numero di irregolarità alle pompe di benzina o di gasolio. Ora non ci sono solo i contatori "taroccati" a preoccupare gli automobilisti. Si sta diffondendo anche la pratica di "allungare" la benzina (o il gasolio) con l'acqua. Cosa che può comportare seri danni e perfino compromettere in maniera rilevante il funzionamento dei motori.

Lo ha stabilito la Cassazione. Si al ristoro anche se manca il danno biologico. Il problema di recente ha interessato anche i nocerini di piazza del Corso e zone limitrofe. "Il diritto al rispetto della propria vita privata e familiare è garantito dalla Convenzione Europea per i diritti dell'uomo"

La musica a palla tutte le sere fino a tarda notte. Un problema che anche i nocerini che abitano in piazza del Corso e nelle zone vicine hanno conosciuto. Ora viene in loro soccorso una sentenza: "risarcisce i vicini il locale che tutte le sere e le notti manda musica ad alto volume disturbando il loro riposo anche se ciò non provoca danni alla loro salute".

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, sezione lavoro, dando torto a un Comune campano che si rifiutava di pagare indennizzi ad un custode in servizio anche nei giorni festivi senza mai un riposo compensativo

Nuova sentenza della Corte di Cassazione a favore dei dipendenti che lavorano nei giorni festivi. «Il dipendente del comune che lavora nei giorni festivi, senza godere dei riposi compensativi, deve essere remunerato con una maggiorazione del 20% sul lavoro domenicale svolto e per i giorni di riposo compensativo non fruiti.

Il filo tra ammissibile e illecito è sottilissimo. Basta un niente per essere accusati di violazione della privacy, reato punibile penalmente, anche se si prova un tradimento

L’avvento di internet e dei social network, se da un lato ha facilitato la possibilità di intrattenere relazioni affettive e sentimentali - anche a discapito della fedeltà coniugale - dall’altro ne ha reso più semplice la scoperta da parte del partner tradito, rappresentando una vera e propria fonte di tracce digitali.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
178
Articoli
6984
Visite agli articoli
9464658
« Ottobre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31