fbpx
Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Tra una discussione ed uno scontro tra più persone, che invece è reato penale, c'erano nel codice diverse ombre, chiarite dalla Suprema corte

di Virginia Vicidomini

Quello del dilagare dell’aggressività, soprattutto tra i giovani, è un fenomeno incontrollabile, sottoposto costantemente all’attenzione delle autorità e dell’opinione pubblica. Anche gli adulti non offrono un esempio positivo: dalla televisione, che esaspera la violenza verbale, alla politica, dove nemmeno i nostri parlamentari sono esentati da maxi risse collettive ed insulti.

La Cassazione ha chiarito che diffondere offese tramite il famoso social network equivale a farlo a mezzo stampa. Prevista un’aggravante con multa o reclusione fino a tre anni

di Danila Sarno
Quella che stiamo vivendo è l’era dei social network. Twitter, instagram, facebook ed altri consentono di “socializzare” la propria vita ed incrementare il numero dei rapporti interpersonali. La bacheca facebook, in particolare, è uno spazio pubblico dove poter condividere istanti della giornata ed esprimere opinioni.

A partire dal 2016 è possibile comprare un immobile precedentemente preso in locazione, pagando un corrispettivo prefissato alla scadenza. Notevoli le agevolazioni per gli under 35

di Danila Sarno

Dal 1 gennaio la legge di stabilità 2016 ha fornito una valida alternativa al mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale. Con l’articolo 1 comma 76, difatti, è stata estesa anche alle persone fisiche la possibilità di ricorrere al leasing immobiliare, in passato prerogativa delle sole aziende.
A seguito della stipulazione di tale contratto, il concedente (banca o intermediario finanziario) si obbliga “ad acquistare o a far costruire l'immobile su scelta e secondo le indicazioni dell'utilizzatore, che se ne assume tutti i rischi, anche di perimento”.

Nonostante la questione possa suscitare ilarità o addirittura imbarazzo per i più rigorosi, di fatto dal punto di vista penale fare pipì in strada configura ipotesi di reato, essendo annoverato tra gli “atti contrari alla pubblica decenza”

di Rosa Soldani

Vi è mai capitato di stare in macchina, in giro per luoghi isolati o lontano da centri abitati, e di non riuscire più a trattenerla? Si, avete capito bene, di non riuscire più a trattenere la pipì. Ecco, in questi casi a qualcuno sarà successo di avere optato, in ultima analisi, per farla in strada, magari bene attenti a non farsi scorgere da occhi indiscreti.

Da gennaio si darà il via alla sperimentazione di un fondo a tutela del coniuge in stato di bisogno a causa del mancato versamento dell’assegno di separazione

di Danila Sarno      

Il 30 dicembre è stata  pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge di stabilità 2016, entrata in vigore il 1 gennaio. Tra le tante novità introdotte dalle “disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”, rientra anche l’istituzione in via sperimentale di un “Fondo di solidarietà a tutela del coniuge in stato di bisogno” .
Ai sensi dell’articolo 1 comma 414, la dotazione sarà di 250mila euro per l’anno 2016 e di 500mila euro per l’anno 2017. A beneficiare delle risorse del fondo statale sarà il coniuge in stato di bisogno che non è in grado di provvedere al mantenimento proprio e dei figli minori, oltre che dei figli maggiorenni portatori di handicap grave, conviventi. 

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
179
Articoli
7347
Visite agli articoli
9857090
« Gennaio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31