Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Condannato a sei mesi di carcere lo spasimante insistente che con pedinamenti e lusinghe indesiderate crea una stato di ansia nella persona che desidera far cadere ai propri piedi

di Danila Sarno

San Valentino è ormai alle porte e per tutti gli innamorati è già partita da tempo la caccia al regalo perfetto. Attenti a non esagerare però, perché fiori, regali e attenzioni non sempre possono essere graditi alla persona che li riceve, tanto da farvi addirittura rischiare di finire in carcere per stalking.

Da giugno 2016 sostenere che l’Olocausto non si sia mai verificato costituisce un’aggravante rispetto ai crimini di discriminazione razziale, etnica o religiosa

di Danila Sarno

Negare l’esistenza dell’Olocausto è un reato punibile con la reclusione da due a sei anni. Lo ha stabilito il legislatore italiano nel giugno 2016, introducendo il delitto di negazionismo, quale circostanza aggravante rispetto al delitto di discriminazione di stampo xenofobo, al comma 3 bis dell’articolo 3 della Legge Mancino. Quest’ultima disposizione normativa , entrata in vigore nel 1975, già puniva i reati di propaganda razzista e di istigazione o incitamento alla commissione di atti di discriminazione fondati su motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi.

Il codice parla chiaro: tra violazione di domicilio, maltrattamenti e disturbo del riposo, la fedina penale di Santa Claus non è così pulita come si potrebbe pensare

di Danila Sarno

Tutti sanno che Babbo Natale distribuisce i doni ai bambini la sera della vigilia, volando per il mondo intero con la sua slitta trainata da renne. Forse, però, non tutti sono a conoscenza del fatto che quest’omone dalla barba bianca non è così buono come sembra e, difatti, ogni anno rischia di finire in galera a causa dei reati da lui commessi.

Il giudice di Catania, nel 1999, ha sentenziato che un taglio di capelli sbagliato può provocare un danno estetico e alla vita di relazione del cliente, che ha diritto ad essere risarcito

di Danila Sarno

A chiunque, almeno una volta nella vita, sarà capitato di andare dal parrucchiere per una leggera spuntatina, ritrovandosi invece con un'acconciatura completamente diversa da quella desiderata. Ebbene, in questi casi, piuttosto che rassegnarsi semplicemente al nuovo aspetto, non sarebbe di gran lunga preferibile chiedere un risarcimento del danno? 

La Cassazione condanna, per il delitto di violenza privata, il guidatore che posteggia in maniera tale da non consentire l'apertura degli sportelli di un altro veicolo

di Danila Sarno

Buone notizie per chi è stanco del parcheggio selvaggio e per chi spesso si ritrova a non poter aprire la portiera della propria automobile a causa di un'altra vettura accostata eccessivamente alla propria.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
172
Articoli
6125
Visite agli articoli
7431795
« Febbraio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28