fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Sono otto gli appuntamenti del cartellone di quest'anno, che si snoderanno fino a fine marzo. «Sono previste anche altre iniziative aperte al pubblico- spiega il vicesindaco Vigliar -  che avranno luogo sia al teatro Diana che in altre sedi»

di Francesca Fasolino

Partirà il 26 novembre la stagione teatrale 2014-15 del teatro comunale Diana di Nocera Inferiore. È stato presentato infatti, questa mattina a Palazzo di Città, il cartellone che vedrà la partecipazione di “vecchie conoscenze” come Biagio Izzo e Carlo Buccirosso, ma anche nuovi volti come Vincenzo Salemme, che aprirà il tabellone.

Contento dell’iniziativa il sindaco Manlio Torquato: «È il secondo anno che viene esposto un cartellone di tutto rispetto. L’anno scorso la stagione teatrale ha avuto un enorme successo e speriamo che quest’anno sia lo stesso».

Non è variato il prezzo dell’abbonamento, rispetto allo scorso anno, che si aggira sempre intorno alle 250€. La campagna abbonamenti continuerà fino alla prima settimana di novembre, e sembrerebbe essere partita con il piede giusto. «Tra il pubblico della scorsa stagione- dichiara orgoglioso Elia Pirollo, direttore del teatro- non soltanto nocerini, ma anche appassionati proveniente da Cava dei Tirreni, Angri e Sant’Antonio Abate».  Entusiasta anche il vicesindaco Maria Laura Vigliar che già lo scorso anno si è impegnata nella programmazione e ha seguito le realizzazioni teatrali. «Siamo ottimisti e speriamo che anche questo secondo anno abbia esiti positivi- ha dichiarato la Vigliar- L’anno scorso, per molti spettacoli, c’è stato il tutto esaurito. Quelli di quest’anno sono tutti attori di prestigio».

Oltre ai già citati Izzo, Buccirosso e Salemme, sul palco del Diana saliranno: Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti, Ambra Angiolini, Massimo Ghini e Elena Santarelli, Paolo Caiazzo, Gianfelice Imparato e Giovanni Esposito.

«Lo scorso anno- continua la Vigliar- il teatro comunale, operativo da 5 anni,  si è guadagnato l’approvazione di Rocco Papaleo che, alla fine del suo spettacolo, ha fatto degli apprezzamenti sulla struttura del Diana, elogiandone in particolare la dimensione, adatta sia per l’attore che per gli spettatori». L’amministrazione comunale però ha in programma anche altri progetti per coloro che non faranno l’abbonamento: «Durante l’anno sono previste inoltre altre iniziative aperte al pubblico- ha concluso il vicesindaco- eventi culturali, incentrati sulla musica, l’arte e lo spettacolo che avranno luogo sia al teatro Diana che in altre sedi».

Cerca