fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Le esibizioni dei Sax Maniacs Quintet, Carla Marciano Quartet in “Psychosis” e Max Ionata Quartet hanno illuminato nelle scorse sere i siti della storia e della cultura di Nocera
Neanche la pioggia e le restrizioni fermano la buona musica a Nocera.

Si è tenuto mercoledì 8 non più in forma itinerante, ma stabile, davanti alla casa comunale in piazza Diaz, il concerto (anticipatamente annunciato per giovedì 2 settembre) dei Sax Maniacs Quintet: Peppe e Gianni D’Argenzio, Gianni Taglialatela, Gaemaria Palumbo e Luciano De Fortuna. Grande energia per questa esibizione, nonostante un meteo inclemente.
Coinvolgente lo spettacolo della sassofonista Carla Marciano (accompagnata da Alessandro La Corte al piano, Aldo Vigorito al contrabbasso e Gaetano Fasano alla batteria), che ha presentato, nell’affascinante cornice storica del sagrato della cattedrale di San Prisco, il suo ultimo progetto discografico “Psychosis”: un album dedicato ai thriller psicologici del cinema mondiale (“Taxi Driver”, “Marnie”, “Psycho”, “Vertigo/La donna che visse due volte”).
Proiettate durante le esibizioni musicali delle animazioni originali a corredo di ciascun brano. Molto apprezzata dal pubblico la bonus track proposta con un riarrangiamento del brano colonna sonora di Harry Potter, del pianista e compositore John Williams.
Presenti nelle prime fila il vescovo Giuseppe Giudice, il parroco Domenico Cinque, ed in rappresentanza dell’amministrazione comunale: l’assessore Federica Fortino, la dirigente del settore socio-educativo Nicla Iacovino ed il consigliere Raffaele Salomone.
Ieri 10 settembre nella corte del Palazzo Fienga è stata invece la volta del Max Ionata Quartet, composto dal sassofonista Max Ionata, dal pianista Luca Mannutza, dal contrabbasso Daniele Sorrentino e da Marcello Di Leonardo alla batteria. Molto equilibrate le esibizioni, in cui nessun elemento prevaricava l’altro, con un ensemble che ha presentato un elegante repertorio d’autore (“My shining hour” di John Coltrane, “Social call” di Houston Person, “Brazilian Like” di Michel Petrucciani e “Luiza” di Antonio Carlos Jobim) e due brani inediti di Max Ionata (“Aurora”, dedicata alla nonna e “The black hole”, un brano sulle fobie), per una serata davvero godibile anche per i non cultori del genere.
Previsti per l’11 e 12 settembre gli ultimi due appuntamenti della rassegna.
Doppio concerto stasera con il Roberto Gatto Perfect Trio ed Elio Coppola Quartet feat. Flavio Boltro al Palazzo Fienga. In caso di pioggia, il concerto si terrà al teatro comunale Diana.
Ricalendarizzato per domani 12 settembre alle 20:30, il concerto della Salerno Street Parade, che si terrà non più in forma itinerante, ma nuovamente davanti il municipio, in piazza Diaz.

Pin It

Cerca