Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

festa mamma

La poesia di oggi è di Francesco Russo, gran priore internazionale della confraternita templare Ugone de' Pagani:

è in vernacolo e dedicata alla festa della mamma, in arrivo


È suonno passato

Chisà pecchè me vene stu penziero
che me strazzia forte, assai cchiù d’aiere!
Me staie luntana e te sento vicina :
‘na lacrema scenne ‘ncopp’‘o cuscino.
Ogge è maggio: cielo celeste e chiaro
p’‘a festa d’‘a Madonna e ‘e tutt’‘e mamme.
‘O core mio ch’è scuro e senza voce
nun tene a chi purta’ ‘na bella rosa.
Passato è ‘o suonno e pure pare aiere
ca tenevo ‘na mamma e chella gioia
ca ogge cchiù nun tengo e cchiù nun provo.
Chi ‘a tene ‘a mamma l’hadda vule’ bene!
Quanno te vene ‘a voglia ‘e ll’abbraccià,
‘strignela ‘npietto, vasatélla doce !
Dille alluccanno : Oj ma’, te voglio bene!
Nun aspetta’ ca ‘o tiempo se ne fuie.
Nun ce penzavo aiere e aggio sbagliato.
Ogge saccio, vurria ma cchiù nun pozzo.
Me struje pe’ chesto e sulo ‘nsuonno ‘a vaso.
Ma è fantasia : nu suonno ch’è passato!

Francesco Russo

IMAGE L'ACQUA

Il nostro amico Giulio Caso ci propone i suoi versi sull'elemento in assoluto più importante della Terra: quello che ci disseta, e che costituisce il 60% del nostro corpo Quando avvenne il big bangsi spartirono le gang Read More...

Cerca

Statistiche generali

Utenti
174
Articoli
6582
Visite agli articoli
8428607
« Giugno 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30